Farmaci non steroidei anti-infiammatori per il trattamento del mal di schiena

Come ridurre (velocemente) il dolore alla bassa schiena e bacino

Agenti medicina cinese osteocondrosi

Il processo infiammatorio infiammazione è un processo fisiopatologico che si instaura nei tessuti nel momento in cui questi ultimi entrano in contatto con agenti lesivi di vario tipo. I farmaci antinfiammatori steroidei, più noti come cortisonici e detti anche corticosteroidisono farmaci farmaci non steroidei anti-infiammatori per il trattamento del mal di schiena da molecole che, da un punto di vista strutturale, sono analoghe al cortisoloun ormone prodotto dalla zona fascicolata della porzione corticale delle ghiandole surrenali.

La COX-1 è una proteina particolarmente presente a livello della mucosa gastrica e che agisce stimolando la produzione di prostaglandine coinvolte nei processi di tipo fisiologico; una sua inattivazione interrompe la produzione del muco gastrico che protegge lo stomaco.

La COX-2 scoperta nelproteina assente nei tessuti sani, viene prodotta in seguito a processi di tipo infiammatorio.

La COX-3 scoperta nel è una proteina presente in particolar modo a livello del sistema nervoso centrale; essa è coinvolta sia nella genesi del dolore che in quella della febbre. I primi farmaci antinfiammatori non steroidei che sono stati sintetizzati e che tuttora vengono commercializzati non distinguono tra le forme enzimatiche COX-1 e COX-2 e agiscono inibendole entrambe. Dalla scoperta di P.

Needleman che esistevano perlomeno due cicloossigenasi COX-1 e COX-2 e che solo la seconda è responsabile dei processi infiammatori mentre la prima è quella che controlla gli aspetti positivi delle prostaglandine, come la secrezione del muco gastrico nacque una seconda famiglia di FANS celecoxib,rofecoxibmeno gastrolesivi.

La scoperta spiega soprattutto perché il paracetamolo non ha funzione antinfiammatoria, ma è ancora prematuro pensare che possa dare origine a una terza generazione di farmaci. Dal punto di vista della struttura chimica è possibile suddividere i farmaci antinfiammatori non steroidei in 9 categorie:.

È molto istruttiva la debacle che farmaci non steroidei anti-infiammatori per il trattamento del mal di schiena case farmaceutiche hanno dovuto subire con gli antinfiammatori di seconda generazione rofecoxib, colecoxib, etoricoxib, parecoxib, valdecoxib.

Vediamo i passi. La speranza di avere farmaci potenti e senza effetti collaterali sembra dunque svanita. I COXIB saranno comunque impiegati in particolari importanti patologie, ma non potranno diventare un punto di riferimento per la terapia antinfiammatoria generica.

È da rilevare che alcuni farmaci come il paracetamolo che hanno azione antipiretica non hanno nessuna azione antinfiammatoria. È veramente ottimistico pensare di risolvere un mal di schiena con pesanti assunzioni di antinfiammatori. È buona norma usare gli farmaci non steroidei anti-infiammatori per il trattamento del mal di schiena per giorni poi sospenderli e verificare il reale effetto cioè il miglioramento.

Da ultimo è da rilevare che le pomate e i cerotti a base di antinfiammatori danno risultati trascurabili rispetto ai prodotti orali che già di per sé non è detto che funzionino. Poiché il loro problema maggiore è la gastrolesività, nella tabella seguente si è tenuto conto non solo dei vantaggi, ma anche delle controindicazioni.

Altri farmaci come meloxicam e ketorolac hanno indicazioni specifiche. In altri termini, gli antinfiammatori naturali che hanno qualche azione hanno effetti molto blandi e quindi servono per situazioni non serie che, molto probabilmente, sarebbero rientrate da sé per effetto tempo. Per approfondire. Approfondimenti: Come prendere i farmaci. I video meno noti di SKY.