Dente del giudizio ha messo pressione sulle articolazioni

È Davvero Necessario Togliere i Denti Del Giudizio?

I pomodori come colpisce le articolazioni in osteoartrite

Alcuni altri successi Lunardon e Barolin li ottennero andando a bonificare altre forme d'infiammazione dentale, per es. Ben guarigioni di mal di testa vennero segnalate dal dottore dell'ospedale di Londra Bowdler Henry Queste guarigioni avevano una sola cosa in comune, e cio che erano state ottenute grazie all'estrazione di denti del giudizio con ritardi di sviluppo e malposizionamenti.

Per capire bene di cosa si tratta, bisogna innanzitutto dire che il processo di eruzione dentale un portentoso programma infiammatorio finalizzato ad erodere losso pre-esistente per far spazio al germe dentale che sta crescendo. Tomes nel e Bodecker nel osservarono istologicamente che l'area della mandibola adiacente ai denti del giudizio malposizionati o con sviluppo ridotto perdeva la sua sana consistenza ossea, trasformandosi in un tessuto molle affetto da un processo infiammatorio.

I campioni raccolti da Bodecker esibivano questo stato infiammatorio a partire dalle pareti dell'alveolo e del periodonto. In questo senso si spiegano i successi degli interventi terapeutici descritti da Henry Una paziente 28enne aveva sofferto per quattro anni di un grave mal di testa accompagnato da prostrazione e tanti altri disturbi fisici. Questo caso gli fu portato all'attenzione dal dottor A.

Gli attacchi la tormentavano con cadenza settimanale. Non si trovavano cause, ma quando eventualmente le furono fatti i raggi X della bocca, fu riscontrata la presenza di quattro denti del giudizio impattati, la cui estrazione fu seguita dalla guarigione della giovane paziente. Henry si mise in contatto con altri autori del tempo che s'interessarono a quella stessa problematica.

I dottori T. Bishop e S. McClean si erano occupati di un robusto signore di 33 anni che lamentava dolori nella parte anteriore dei bulbi oculari, dietro la testa e nella regione lombare.

I seni mascellari furono iniettati e irrigati senza il minimo cambiamento. Portava una dente del giudizio ha messo pressione sulle articolazioni completa, sull'arcata superiore non c'erano pi denti per la masticazione. Ma andando a fare i raggi X si scopr la presenza dei due denti del giudizio proprio sull'arcata superiore. I sintomi scomparvero dopo la loro rimozione. Il Dr.

Bjerrum Danimarca segnal le vicende di una 23enne che aveva avuto per tre o quattro anni frequenti attacchi di brutti mal di testa, che spesso finivano con vomito. Nel tempo la paziente fu in grado di percepire occasionalmente un riflesso del dolore anche nell'area del dente dente del giudizio ha messo pressione sulle articolazioni giudizio.

I raggi X mostrarono che questo dente era impattato. Con la sua estrazione i mal di testa dente del giudizio ha messo pressione sulle articolazioni. Whitworth fu consultato da un giovane ingegnere elettrico che aveva iniziato a soffrire di mal di testa, difficolt di concentrazione, irritabilit e difficolt nel portare avanti i pi semplici incarichi del lavoro.

I due denti dente del giudizio ha messo pressione sulle articolazioni giudizio inferiori, impattati, furono rimossi e dopo di ci il giovane torn al suo pieno vigore mentale e benessere fisico. Miles Atkinson ha descritto un caso di nevralgia sopraorbitale sinistra in un paziente 22enne che guar grazie all'estrazione di un dente del giudizio impattato sull'arcata inferiore dallo stesso lato. Nord Olanda ha avuto un paziente 25enne che era stato trattato con molti rimedi senza successo per una situazione di gravi dolori da entrambe le parti della testa che era stata diagnosticata come emicrania.

I dolori scomparvero dopo l'estrazione dei due denti del giudizio inferiori. Kay di Lymington ha segnalato due casi. Il primo riguardava la figlia 18enne di un dottore, che aveva sofferto di emicrania a partire dall'et di 12 anni.

Gli attacchi ormai si verificavano ogni due settimane e la constringevano a letto per un periodo dalle 24 alle 48 ore.

Era sempre stanca ed accusava. Non appena le furono estratti i denti del giudizio scomparvero tutti i sintomi, incluse le emicranie. Il secondo caso presentato dal Dr. Kay riguardava un 22enne che aveva una grave nevralgia occipitale con momenti in cui perdeva temporaneamente conoscenza.

A causa di una grave piorrea gli erano stati rimossi tutti dente del giudizio ha messo pressione sulle articolazioni denti.

Questo per non aveva migliorato la situazione, anzi l'aveva peggiorata ulteriormente. A questo punto per gli furono fatti i raggi X della bocca che rivelarono la presenza di denti del giudizio impattati da entrambi i lati. Fu cos, con la loro estrazione, che arriv una guarigione completa e definitiva della nevralgia in questione.

Altre ampie casistiche cliniche come quella di Henry sono state pubblicate da Sollman e Mastalier e in Germania, che appunto hanno osservato spesso effetti neurologici di vario tipo in relazione alla presenza di denti del giudizio impattati o con pericoroniti. La loro spiegazione per queste osservazioni era che un dente del giudizio malposizionato, in quanto "centro dirritazione nervosa", pu costituire una fonte d'impulsi irritativi cronici che inducono una presensibilizzazione patologica dei gangli.

Il numero di autori coinvolti in queste osservazioni in Austria e Germania a quei tempi davvero impressionante: Thielemann, ProellFudallaImmingKerkhoffBrckLampertRoquesIskrautKoelschSiegmundKulenkampffKummerPotschkaFischer eGlaser-TrkeHattyasySlauckeStandelGbelein a e bSchndorfDringerEger ePhlerJaffkeKperRaab eVoegeliPfeifferKramereAltman dente del giudizio ha messo pressione sulle articolazioni RiccabonaWarburgNenningerGasserVoss eJendrissek-PerschingRausch eSchwammGausEderDjerassiDraczynski Da allora numerosi autori di grande spessore fecero a gara a capire e caratterizzare bene questo ambito.

Parliamo di Windstosser eRsteStortebeckerIsselseAltmannLechner,,ThomsenRossaintNrnbergDaundererBergsmannKuhnleinKlinghardtKobauRauKubitzekVolkmerSchuler In un libro del Dr Lechner del"Der Feind in meinem Mund", pazienti testimoniano guarigioni a seguito della bonifica chirurgica di denti del giudizio, dente del giudizio ha messo pressione sulle articolazioni osteiti e infezioni di denti devitalizzati.

L'indice del libro ci da' una buona idea dei concetti espressi: 5. Rheinald Voll. Egli ha spiegato che nella quasi totalit dei mal di testa e di altri problemi del sistema dente del giudizio ha messo pressione sulle articolazioni insorti tra i 10 e i 21 anni di et c' bisogno di andare a valutare la presenza dei denti del giudizio Voll Anche gli stimati allievi di Voll Kellner,Angerer e Mertens ottennero guarigioni di mal di testa con l'estrazione di denti malposizionati, essendo anche in grado di misurare preventivamente con l'EAV dente del giudizio ha messo pressione sulle articolazioni energetica da essi apportata.

L'argomento malattia focale fu ulteriormente sviluppato e rilanciato in modo organico da Huneke e. Pischingerpadri della neuralterapia e della medicina funzionale. Per malattia focale si deve intendere il fatto che un organo target possa essere messo in difficolt dalla presenza di un focus d'infezione o infiammazione localizzato ad un limitato tessuto o spazio dell'organismo. Nel il Dr. Peter J. Dosch scriveva nel Manuale di Neural-Terapia secondo Huneke: "Tutti i medici che lavorano o hanno lavorato in centri benessere spa chiedono ai loro pazienti un'attenta valutazione dei denti e dei foci orali prima d'iniziare la cura, perch sanno per esperienza che le cure termali possono essere completamente vanificate dalla presenza anche di un solo focus dentale.

Il sollievo fornito dalla bonifica dei focus dentali al sistema neurovegetativo pu essere sufficiente da solo a produrre una guariione. Certamente nei casi pi difficili c' anche bisogno di procedere con la neuralterapia e con altri stratagemmi per arrivare ad una guarigione definitiva, ma di certo ignorare l'effetto focale e la presenza dei denti del giudizio diventa un ostacolo insormontabile in qualsiasi tentativo terapeutico".

In tal senso alla clinica per malattie circolatorie di Bad Nauheim stato effettuato un lavoro molto interessante. Sono stati seguiti 3. Tutti presentarono questo certificato. Per i dottori della clinica trovarono ben 5. Il libro mostra numerosi esempi di patologie precedentemente resistenti a terapie che vennero risolti con le estrazioni di denti del giudizio inclusi, oppure di denti devitalizzati infetti o di resti di radici. Scrive Adler : "Molto spesso nelle malattie o disagi cronici precedentemente dimostratisi resistenti a terapie c' bisogno di andare a fare una ricerca neurofocale.

Cio una valutazione dell'ortopanoramica dentale potr rivelare campi interferenti e infezioni croniche nascoste di rilevanza in malattie generali e disturbi a distanza. Nel momento in cui si prende in mano l'ortopanoramica dentale e si smette d'ignorare il discorso della bonifica dei focus dentali, ci si rende conto che anche i casi pi complessi alla fine dei conti diventano molto semplici".

Riassunto: Siamo andati a valutare con questo lavoro la correlazione, segnalata con unampia casistica clinica gi da E. In particolare, abbiamo preso in considerazione 21 pazienti che presentavano cefalee e 20 altri che avevano sia cefalea che cervicalgia. I tipi di cefalea osservati erano in 22 casi emicrania, in 16 casi cefalea tensionale, in 2 casi cluste e in un caso senza classificazione.

Inoltre facemmo lo stesso studio su altri 22 pazienti che avevano solo cervicalgia. Le patologie di questi 64 pazienti erano croniche e resistevano da anni ai trattamenti convenzionali, farmacologici, fisici e psicologici. La prima valutazione era fatta ottenendo una ortopanoramica dentale.

La seconda valutazione effettuata era unapplicazione dente del giudizio ha messo pressione sulle articolazioni neuralterapia nella zona dei molari. Veniva considerata come risposta positiva il sollievo della sintomatologia dolorosa della cervicalgia o della cefalea, effetto che poteva presentarsi per un periodo di alcune ore dopo la neuralterapia, sia in forma totale che parziale.

Questo test neuralterapeutico veniva ripetuto una seconda volta a distanza di qualche giorno. I denti che davano una risposta positiva venivano estratti. Per i 56 pazienti dente del giudizio ha messo pressione sulle articolazioni 64 in cui la patologia persisteva fu pianificata, nellarea delle estrazioni, una seduta di neuralterapia, e in mancanza di risposta positiva si fissavano altri 3 o 4 appuntamenti per ulteriori sedute di neuralterapia nelle zone operate, a distanza di una o pi settimane.

In questo modo 49 altri pazienti trovarono una guarigione totale. Innanzitutto quindi bisogna dire che tutte le cefalee, indipendentemente dalla loro forma e tipologia, sembravano beneficiare allo stesso modo da questa procedura terapeutica. Se ne ricava perci che tipi diversi di cefalee sono manifestazioni cliniche diverse dello stesso problema, cio della perturbazione irritativa causata dalle radici dei denti del giudizio sullimportante plesso nervoso loro adiacente.

Bisogna inoltre notare che rarissimamente i denti del giudizio davano sintomatologie o disturbi locali. Inoltre spesso non si trattava di denti impattati ma semplicemente terzi molari fuoriusciti in una situazione di poca disponibilita di spazio.

La metodica ci permetteva di individuare i denti focali, ma notate bene che lestrazione dei denti nella maggior parte dei casi sarebbe risultata non risolutiva se non si fosse fatto ricorso alle sedute di neuralterapia post-estrazione, effettuate a distanza di qualche settimana.

Scriveva gi nel il Dr. Robert H. Woods sul Dublin Journal of Medical Science: "Ritengo sia una grossa sfortuna che i dentisti abbiano rimosso dal loro background culturale l'informazione che disturbi fisici di qualsiasi tipo possano essere innescati o favoriti da sepsi o focus infiammatori orali.

Dal punto di vista del paziente ormai qualsiasi cosa che non causi pi dolore viene tollerato, anche carie pluriennali, mentre i medici sono i principali complici, o meglio gli artefici di questa grave dimenticanza con conseguenze enormi per la salute. Il problema si complica perch la relazione temporale tra problema al dente e un disturbo a distanza non per niente evidente.

In questo ambito si sviluppano effetti in modo graduale e la mancanza totale di sintomatologia locale ai denti incriminati rende tutto molto difficile da valutare. L' odontoiatria neurofocale cos viene chiamata oggi un fenomeno culturale della medicina con origini che risalgono a parecchi secoli addietro.

Gi nell'ottocento Mulreany metteva in correlazione la situazione infiammatoria associata alleruzione difficoltosa dei denti del giudizio con problemi di mal di testa e tutta una serie di altri disturbi neurologici, oltre che artriti, angine giovanili, disturbi dellumore, sterilit e aborti ricorrenti. L'infiammazione associata con il tentativo di eruzione dei denti del dente del giudizio ha messo pressione sulle articolazioni, anche quando in grado di produrre problematiche a distanza cos importanti, spessissimo non determina il minimo disagio locale del dente in questione.

Un caso di nevralgia causato da un dente del giudizio viene descritto nel massimo dettaglio da F. Thomson Solo una volta che il dente in questione fu estratto, si scopr che questo aveva le radici formate in modo anomalo. In particolare una piccola pallina di germe dentario rimaneva attaccata al dente a livello apicale e la radice non si chiudeva in modo normale.

Ritardi nell'eruzione di denti del giudizio, insisteva Thomson, predispongono poi a formazione di cisti oppure ad alterazioni istologiche dell'osso mandibolare nella zona adiacente. Nella fase di sviluppo del dente, il germe dentale si allarga diventa periostio dente del giudizio ha messo pressione sulle articolazioni, dando modo al dente di formarsi e solidificarsi. A quel punto il periostio si dissolve e completa la trasformazione lasciandosi dietro semplicemente il dente circondato dal legamento finito periodonto.