Legamenti dellarticolazione del ginocchio

Il frullato che rinforza i legamenti del ginocchio ed elimina i dolori articolari - Italy 365

Dolore dal collo alla lama dà la mano

Il legamento crociato anteriore dal latino ligamenta cruciata genus [1]è anche detto in ambito medico LCA o, nella cultura medica anglosassone, ACL [2] è uno dei legamenti dellarticolazione del ginocchio più importanti legamenti che costituiscono l'articolazione del ginocchio [3]. È una struttura fibrosa, di forma allungata, collocata al centro del ginocchio, tesa fra tibia e femore [4].

La sua funzione è quella di stabilizzare l'articolazione, in collaborazione con il legamento crociato posteriorecon il quale va a formare il pivot centrale dell'articolazione [5]. In particolare, la sua funzione primaria è quella di impedire lo spostamento in avanti della tibia rispetto al femore [6].

Il nome è indicativo del caratteristico incrocio di questi con il legamento crociato posteriore all'altezza delle loro intersezioni sulla tibia [7].

A causa della sempre maggiore importanza rivestita legamenti dellarticolazione del ginocchio sportiva, lesioni a carico del legamento crociato anteriore sono sempre più frequenti. I primi studi compiuti sul legamento crociato anteriore, risalgono al a. Anatomicamente, il legamento crociato anteriore, è situato al centro legamenti dellarticolazione del ginocchio ginocchio, fra tibia e femore, ove forma con il legamento crociato posteriore il pivot centrale dell'articolazione, ovvero il perno centrale attorno cui ruota l'articolazione stessa.

Questo, insieme al legamento collaterale mediale e al legamento collaterale lateralegarantisce la completa stabilità alla struttura. Il legamento crociato anteriore è collocato in sede intracapsulare ma extra-articolare, in quanto la membrana sinoviale forma una doccia a concavità posteriore che accoglie entrambi i legamenti crociati, che sono quindi a contatto con la superficie esterna della sinoviale ma al di fuori della cavità articolare.

Origina dall'area triangolare anteriore dinnanzi all'eminenza intercondiloidea della tibia [6]subito avanti e lateralmente alla spina tibiale anteriore, con un attacco di forma ellittica lungo mediamente 17 millimetri e largo 11 [10]. Dimensionalmente, il legamento crociato anteriore, ha una lunghezza, misurata dalla tibia al femore, variabile tra 31 a 39 millimetri [10]per un lunghezza media di 29,6 millimetri [12]mentre il diametro si attesta su una media di 11 millimetri legamenti dellarticolazione del ginocchio.

Esso è costituito da due legamenti dellarticolazione del ginocchio, uno antero-mediale che va ad inserirsi nella regione antero-mediale dell'inserzione tibiale ed uno postero-laterale, costituito dal resto del legamento.

La prima risulta tesa in flessione, mentre la seconda risulta tesa in deflessione. Il legamento crociato anteriore è spesso soggetto a lesioni. Soggetti particolarmente esposti al rischio di lesione sono legamenti dellarticolazione del ginocchio sportivi. Una volta appurata la lesione del legamento, è legamenti dellarticolazione del ginocchio una valutazione della stabilità dell'articolazione.

Esistono due tipi di stabilità, quella attiva data dalla muscolatura dell'arto inferiore e dal controllo neuromuscolare della stessa e quella intrinseca, data appunto dall'integrità e dalle caratteristiche biochimiche e biomeccaniche del legamento stesso.

Le prove di stabilità in caso di sospetta lesione del legamento si effettuano prima sull'arto sano e poi su quello leso. I test più comuni sono il Lachmann test legamenti dellarticolazione del ginocchio il cassetto anteriore anterior drawer in cui viene sottoposta manualmente una sollecitazione in senso anteroposteriore facendo dislocare la tibia dal femore.

Recenti modelli in mercato applicano una forza esercitata dalla macchina stessa che mantiene bloccato rispettivamente tibie e femore, sollecitazione massima di decaNewton GNRB. Le prove successive legamenti dellarticolazione del ginocchio incrementano di 50 daN vengono registrate e forniscono un grafico forza-spostamento che derivati forniscono anche la "slope" o pendenza, fornendo un ulteriore parametro di comparazione.

Qualora venga ritenuto necessario intervenire chirurgicamente per ridare la stabilità passiva, non è sufficiente la suturazione del tessuto, ma è necessaria la completa sostituzione, attraverso diverse tecniche, che vanno dall'auto-impianto, con differenti sedi di prelievo, prelievo da cadavere o, infine, impianto di natura sintetica.

Allo stato dell'arte, risulta difficile una valutazione sulla tecnica migliore fra queste, poiché ognuna di esse presenta vantaggi e svantaggi non trascurabili. La fisioterapia prima dell' operazione chirurgica è sempre stata considerata essenziale per tutti i soggetti [14] [15] [16]. In particolare è consigliato il controllo del dolore attraverso fisioterapia strumentale, elevazioni dell'arto per favorirne il drenaggio e mantenere il tono per quanto possibile.

Le tecniche di riabilitazione post-operazione sono volte in primis a riprendere la mobilità in estensione e flessione. Si utilizzano tecniche di continuous passive motion flesso-estensione meccanicamanuale passiva ed attiva. Le nuove tecniche chirurgiche ed i recenti studi internazionali hanno accorciato i tempi senza compromettere la stabilità del legamento De Carlo M, Armstrong B. Elevazione per sgonfiare l'arto, elettrostimolazione per favorire il ritorno venoso e migliorare la forza del quadricipite.

È inoltre possibile iniziare a camminare con tutore e senza le stampelle salvo qualche eccezione. Nelle successive fasi, 18 giorni circa per atleti e 38 giorni per soggetti normali viene esercitata sempre più la forza del quadricipite e flessori attraverso esercizi in catena cinetica chiusa ed aperta.

Altri progetti. Legamento legamenti dellarticolazione del ginocchio anteriore legamenti facente parte dell'articolazione del ginocchio. Struttura Modifica Anatomicamente, il legamento crociato anteriore, è situato al centro del ginocchio, legamenti dellarticolazione del ginocchio tibia e femore, ove forma con il legamento crociato posteriore il pivot centrale dell'articolazione, ovvero il perno centrale attorno cui ruota l'articolazione stessa.

Vascolarizzazione Modifica Il principale apporto di sangue dei legamenti crociati nasce dall'arteria genicolata centrale. Come già accennato, il legamento crociato anteriore assolve le funzioni di: resistenza alla lussazione anteriore; resistenza legamenti dellarticolazione del ginocchio lussazione mediale. Test di stabilità Modifica Le prove di stabilità in caso di sospetta lesione del legamento si effettuano prima sull'arto sano e poi su quello leso. Indicazioni sul trattamento pre-operatorio Modifica La fisioterapia prima dell' operazione chirurgica è sempre stata considerata essenziale per tutti i soggetti [14] [15] [16].

Trattamento post-operatorio Modifica Le tecniche di riabilitazione post-operazione sono volte in primis a riprendere la mobilità in estensione e flessione. URL consultato il 16 febbraio archiviato dall' url originale il 23 aprile URL consultato il 16 febbraio archiviato dall' url originale il 24 gennaio URL consultato il 10 febbraio archiviato dall' url originale il 3 marzo URL consultato il 10 febbraio URL consultato il 28 febbraio URL consultato il 16 febbraio URL consultato il 12 febbraio URL consultato il 16 febbraio archiviato dall' url originale il 4 marzo Legamento crociato posteriore.

Altri progetti Wikimedia Commons. Portale Anatomia : accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anatomia. Le informazioni riportate non sono consigli medici legamenti dellarticolazione del ginocchio potrebbero non essere accurate. I contenuti legamenti dellarticolazione del ginocchio solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.