Deformata ginocchio Foto

Flessione di ginocchio

Vitamine per rafforzare le articolazioni e legamenti recensioni

Pubblicato da Samuele Passigli il 19 Agosto in Tesi. È una patologia che colpisce una persona su quattro nel corso della deformata ginocchio Foto, sia gli sportivi sia le persone sedentarie, con una maggiore predisposizione per le ragazze deformata ginocchio Foto età adolescenziale, e che riveste spesso un problema per i fisioterapisti perché la sua eziologia è complessa. Come detto, i sintomi di origine rotulea si manifestano per lo più nei giovani adolescenti prevalentemente di sesso femminile.

Il dolore è in genere localizzato a livello anteriore del ginocchio e si manifesta in condizioni particolari: nel salire le scale, quando si rimane a lungo seduti come al cinema o in automobile o anche semplicemente quando si resta a lungo in piedi.

Troppo spesso purtroppo questo episodio deformata ginocchio Foto diagnosticato come una banale distorsione del legamento collaterale mediale. La sintomatologia tipica della sindrome deformata ginocchio Foto è più importante quando il ginocchio è flesso, in quanto la risultante delle forze che agiscono a livello deformata ginocchio Foto tale articolazione aumenta deformata ginocchio Foto la flessione del ginocchio di 0,5 volte il peso corporeo durante la deambulazione, di volte il peso corporeo salendo le scale e di volte il peso corporeo accovacciandosi.

La sezione trasversa mostra una forma triangolare con un apice posteriore ed una larga base anteriore formata dalla superficie non articolare deformata ginocchio Foto rotula. La faccia anteriore è leggermente convessa ed è divisa in tre parti: il terzo superiore che riceve le fibre profonde del tendine quadricipitale, il terzo medio che contiene numerosi orifizi vascolari, il terzo inferiore che presenta una forma a V per accogliere il tendine rotuleo.

A questo livello una cresta centrale divide la rotula in un complesso di faccette laterali e mediali con le laterali più lunghe delle mediali. Le normali faccette rotulee sono concave al fine di articolarsi dolcemente con i condili femorali convessi.

Vista di lato la rotula ha una forma grossolanamente rettangolare con un segmento triangolare attaccato al margine distale, costituito dal polo inferiore non articolare.

TIPO 2: faccetta mediale più piccola rispetto alla laterale e piatta con comunque ancora un buon legame con il solco femorale. TIPO 2 bis: faccetta mediale più piccola rispetto alla laterale e convessa con un non buon legame con deformata ginocchio Foto solco femorale. TIPO 3: faccetta mediale molto più piccola rispetto alla laterale e solco femorale poco profondo con conseguente instabilità parziale della rotula.

Il condilo mediale si allarga posteriormente e medialmente a partire dalla dialisi femorale, mentre quello laterale che è maggiormente in linea con la dialisi femorale, è ingrossato in direzione traversa.

Benché il condilo mediale sia più lungo deformata ginocchio Foto direzione antero-posteriore, il condilo laterale ha una maggiore altezza lungo il solco trocleare sporge maggiormente in avantiproteggendo dalla sublussazione deformata ginocchio Foto della rotula. Secondo un calcolo effettuato, a zero gradi di flessione la rotula determina circa un terzo del braccio del momento del quadricipite sul centro di rotazione del ginocchio.

La sola presenza della rotula consente la flesso-estensione del ginocchio con un risparmio di forza da parte del quadricipite. Il movimento normale della rotula sul femore durante la flessione è dunque una traslazione verticale, lungo la gola trocleare fino alla superficie intercondiloidea, di un tratto uguale al doppio della sua lunghezza circa cioè 8 cmruotando attorno ad un asse trasversale.

Sul deformata ginocchio Foto frontale la rotula si sposta deformata ginocchio Foto solco femorale quando il ginocchio passa dalla completa estensione alla flessione con un leggero arco a forma di C a concavità laterale. La rotula ha anche altre componenti di movimento associate allo scivolamento superiore ed inferiore causate dalla contrazione del quadricipite e dalla tensione del legamento rotuleo.

Movimenti laterali anomali possono essere causati da alcuni fattori che possono anche condurre a sintomatologie dolorose ed instabilità. Due ordini di fattori controllano la stabilità rotulea ed i meccanismi coinvolti nello spostamento della rotula: le forze di stabilizzazione statica e dinamica, la comprensione delle quali è fondamentale per una corretta valutazione del paziente.

Queste forze cambiano costantemente in base alla contrazione e al rilassamento dei gruppi muscolari specifici e poiché hanno una dipendenza neurologica la capacità di tali forze di deformata ginocchio Foto lo spostamento della rotula dipende dalla velocità con la quale il muscolo si contrae dopo aver ricevuto il segnale nervoso. Le forze dinamiche che influenzano la stabilità del complesso femoro-rotuleo sono rappresentate dal sistema del quadricipite: questi quattro muscoli agiscono in concerto sia per estendere il ginocchio sia per aiutare attivamente al mantenimento della rotula nel solco femorale.

Normalmente il VMO raggiunge il terzo superiore o medio della rotula e le sue fibre più distali possono essere quasi orizzontali. La sua porzione tendinea è corta e larga e si fonde con il legamento mediale.

La geometria ossea, in altre parole la forma della rotula e del solco femorale, rappresenta la più forte e forse la più importante delle deformata ginocchio Foto statiche. La rotula ha forma a Deformata ginocchio Foto ed ha una superficie convessa e la forza con cui sarà catturata nel solco femorale dipende in gran parte dalla profondità del solco femorale e dalla corrispondente configurazione rotulea modelli di Wiberg. Altri meccanismi di stabilizzazione statica della rotula sono rappresentati dai legamenti femoro-rotulei mediali e laterali.

Il retinacolo mediale è molto sottile e non è considerato rilevante ai fini della posizione e dello scorrimento della rotula. Di particolare importanza è invece il retinacolo laterale, composto da uno strato superficiale longitudinale od obliquo ed uno strato traverso che forma il legamento laterale femoro-rotuleo.

Il primo è piuttosto sottile e decorre superficialmente dalla bandelletta ileo-tibiale mentre al di sotto deformata ginocchio Foto presenta il retinacolo traverso profondo che è a sua volta formato da tre parti: 1 la bandelletta ileo-tibiale, 2 il legamento patello-femorale, 3 il legamento patello-tibiale.

Varie anomalie strutturali alle estremità inferiori possono influenzare lo spostamento rotuleo nel solco trocleare del femore. Queste anomalie possono essere suddivise in fattori estrinseci, comprendenti le anomalie biomeccaniche della pelvi e del piede, e fattori intrinseci legati alle strutture statiche e dinamiche della rotula.

Il condilo femorale laterale, infatti, come abbiamo detto, è più alto in rapporto al mediale, proiettandosi approssimativamente 7 o più mm anteriormente; questo aiuta nella prevenzione del dislocamento laterale della rotula. La successiva considerazione nel determinare la posizione rotulea è la sua relazione con il solco femorale; ci sono due possibili malallineamenti associati con questa condizione: la rotula alta o bassa.

La stabilità statica rotulea è fornita, come abbiamo visto, dai legamenti femoro-rotulei che circondano il tessuto capsulare. Questo è dovuto al fatto che sia la posizione seduta che quella accovacciata determinano uno stress a livello delle strutture interessate deformata ginocchio Foto patologia con conseguente sviluppo di dolore o fastidio.

La valutazione inizia con la raccolta di una completa ed accurata storia e valutando i disturbi soggettivi. In questo situazione è deformata ginocchio Foto anche stabilire se i sintomi si presentano unilateralmente o bilateralmente: se un paziente presenta un dolore ad entrambe le ginocchia che dura da qualche tempo, questo deve far pensare ad un problema rotuleo anche deformata ginocchio Foto la diagnosi differenziale va posta innanzi tutto nei confronti della patologia deformata ginocchio Foto.

Al fine di eseguire un esame il più corretto e completo possibile si passa ad esaminare il paziente nelle varie posizioni: eretta, seduta, supina, laterale e prona. Si valuta la posizione femorale, che è facilmente visibile quando il paziente è a piedi uniti: una posizione del femore in rotazione interna costituisce un rilievo comune nei soggetti con patologie femoro-rotulee.

Oltre ad un esame statico è importante ai fini di una corretta valutazione eseguire anche un esame dinamico. I dx— flessione A. I sx— estensione A. I dx— estensione A. Si procede al consueto esame obiettivo comprendente, in sequenza, ispezione, palpazione superficiale e profonda e manipolazione.

Il paziente sta in piedi con le tuberosità ischiatiche a contatto con il margine del lettino. Egli si porta una gamba al petto per raddrizzare la lordosi lombare, quindi si sdraia sul lettino, in posizione seduta, mantenendo la gamba flessa vicino al petto.

Per una corretta esecuzione dei test di lunghezza muscolare, è importante che questi siano eseguiti su entrambi gli arti inferiori a scopo comparativo. Il test deformata ginocchio Foto essere eseguito con il ginocchio in completa estensione e il quadricipite rilassato per evitare di falsare i risultati riscontrati ed è importante fare anche una comparazione con il controlaterale. Deformata ginocchio Foto scivolamento mediale di una sola area è indice di una rigidità del legamento deformata ginocchio Foto laterale ed è di solito associato ad un test del tilt rotuleo con angolo negativo.

Uno scivolamento laterale di tre quadranti è indicativo di una insufficienza del retinacolo mediale mentre una scivolamento di quattro quadranti rotula lussabile è ovviamente indice di un grave deficit del legamento alare mediale.

La compressione moderata non dovrebbe suscitare dolore mentre qualora ci troviamo di fronte a pazienti con un deformata ginocchio Foto sintomatico questo è facilmente riscontrabile soprattutto a carico delle strutture laterali.

Il test dello sfregamento passivo della rotula è probabilmente il test meglio conosciuto per la valutazione della presenza di crepitazione a livello femoro-rotuleo.

Tale valutazione è importante in quanto la fascia ileo-tibiale è in continuità con il retinacolo deformata ginocchio Foto con un conseguente effetto negativo sulla rotula nel caso di una sua rigidità. Se la ITB è di lunghezza normale la coscia deve cadere sul tavolo ed in ogni caso se la fascia è accorciata, deformata ginocchio Foto la gamba è rilassata la coscia rimane abdotta.

Tuttavia va ricordato che, in letteratura non esistono parametri universalmente accettati e validati per deformata ginocchio Foto una diagnosi di malallineamento, ma al contrario ne viene utilizzato un ampio numero tanto da determinare una certa confusione e difficoltà nel confronto tra varie casistiche. A questo proposito come indice di misurazione quello normalmente utilizzato è il Rapporto di Insall-Salvati secondo cui la distanza tra la tuberosità tibiale e il punto più distale della superficie articolare rotulea, deve essere inferiore al doppio della lunghezza della stessa superficie articolare.

Come ho detto in precedenza, oltre alla radiografia standard, esistono altre metodiche strumentali che ci permettono di porre diagnosi, prime tra tutte la TAC e la RMN nelle loro varie tipologie.

Gli svantaggi maggiori di queste metodologie sono invece rappresentati dalla scomodità, dai costi soprattutto le RMN e dalla quota di radiazioni assorbite. I disturbi femoro-rotulei, di solito, si trattano efficacemente con metodi conservativi e fisioterapici, i cui scopi sono generalmente:. Numerose ricerche hanno documentato che per ottenere un allungamento permanente del tessuto retinacolare, è necessario somministrare un basso carico prolungato nel tempo e senza allentamenti; a questo scopo i cerotti da taping deformata ginocchio Foto il bendaggio secondo Mc Connell sono necessari.

È deformata ginocchio Foto osservato che il bendaggio rotuleo, nei soggetti sofferenti di sindrome algica produce i seguenti effetti:.

Deformata ginocchio Foto viene posizionata una benda adesiva anallergica che deve essere della lunghezza sufficiente a coprire tutta la superficie cutanea corrispondente alla rotula e a deformata ginocchio Foto parte della faccia posteriore ed interna del ginocchio. Questa rappresenta la base ove viene posizionata deformata ginocchio Foto benda da taping la quale deve essere trazionata in base alle esigenze specifiche del soggetto. Il bendaggio dal centro della rotula deve arrivare, dopo aver sollevato la cute dal lato mediale verso la rotula, al condilo femorale tibiale determinando un certo allungamento di queste strutture, e un sollevamento del margine laterale della deformata ginocchio Foto in modo che sia più parallelo al femore nel piano frontale.

In questo caso bisogna porre attenzione a che il polo inferiore non venga spostato contro il corpo adiposo. In caso di rotazione interna si applica un bendaggio teso dal polo superiore verso il basso e medialmente. Per questo motivo la massima efficacia di questa metodica si apprezza nelle prime fasi del programma riabilitativo, quando cioè il paziente è maggiormente sintomatico.

A tal proposito possono essere proposti numerosi esercizi, sulla base di una progressione di difficoltà, tra i quali, quelli più utilizzati possono essere cosi elencati:. Paziente in decubito supino. Paziente in decubito laterale sul lato deformata ginocchio Foto su quello patologico se si eseguono le adduzioni con il ginocchio sottostante flesso per ottenere una maggiore stabilità. Paziente seduto sopra un tavolino con le gambe lasciate libere fuori di esso.

Paziente supino con un cuscino sotto al ginocchio. Abbassarsi flettendo le ginocchia con il peso del corpo equamente ripartito sui due arti e seguendo la linea dei piedi mantenere deformata ginocchio Foto. Mantenere la posizione flessa per circa 10 secondi. Paziente in piedi appoggiato con la schiena ad una parete. Abbassarsi flettendo le ginocchia con il peso del corpo equamente ripartito sui due arti mantenendo un corretto allineamento degli stessi.

Abbassarsi flettendo deformata ginocchio Foto ginocchia con il peso del corpo equamente ripartito sui due arti mantenendo un corretto allineamento degli stessi a tal proposito è necessaria la componente adduttoria. Abbassarsi flettendo il ginocchio cercando di mantenere un corretto deformata ginocchio Foto di tutto il corpo. Paziente in piedi di fronte ad una spalliera. Mantenere la posizione per 10 secondi e poi rilasciare per 5 secondi.

A questo proposito possiamo utilizzare anche un apparecchio per il biofeedback. I dispositivi di deformata ginocchio Foto, particolarmente quelli a doppio canale, sono estremamente utili per accelerare questo processo, in quanto, una volta ottenuto il corretto schema motorio, danno al paziente un immediato feedback di rinforzo. Paziente seduto con le ginocchia flesse lasciate libere fuori dal lettino. Paziente in piedi su di una piattaforma mobile.

Paziente in piedi. Cercando di mantenere sempre un contatto con la pallina il paziente deve cercare di far scivolare questa lungo tutta la pianta del piede. Normalmente gli interventi operatori sono diretti al riallineamento deformata ginocchio Foto capsula del ginocchio e a migliorare la biomeccanica della rotula rispetto al solco femorale influenzando, in tal modo, la funzione in toto del ginocchio.

Sono due gli ordini di fattori che controllano la stabilità rotulea e i meccanismi coinvolti nello spostamento della rotula: le forze di stabilizzazione statica e dinamica; la comprensione di ognuna di queste forze è fondamentale per la valutazione del paziente che sta per sottoporsi alla procedura di riallineamento rotuleo.

Queste sono rappresentate dal sistema del quadricipite : questi quattro muscoli agiscono in concerto sia per estendere sia per aiutare attivamente al mantenimento della rotula nel solco trocleare e a tal fine è di grande importanza il bilanciamento tra il vasto mediale e il vasto laterale.

Deformata ginocchio Foto sbilanciamento di uno di questi due muscoli infatti avrà una grande influenza sul modello di spostamento della rotula: la lesione o la deficienza congenita della massa muscolare del muscolo VM o VL porterà certamente ad un disordine di spostamento dinamico. Per quanto riguarda le forze di stabilizzazione staticasono diverse le strutture legamentose e ossee che controllano lo spostamento femoro-rotuleo le quali non essendo sotto il controllo muscolare esercitano sempre una forza costante sulla rotula.

La più forte e forse la più importante delle componenti statiche è la geometria ossea delle strutture interessate, ovvero la forma della rotula e del solco femorale in particolar modo la profondità del solco femorale e la corrispondente conformazione rotulea a tal fine osservare le configurazioni articolari femoro-rotulee come descritte da wiberg fig2. La comprensione accurata delle deformata ginocchio Foto coinvolte nello spostamento della rotula è essenziale per capire la ragione della procedura chirurgica scelta.

Molto spesso gli interventi di riallineamento statico sono eseguiti in combinazione con gli interventi di riallineamento dinamico; è raro infatti che il chirurgo esegua un solo intervento e spesso questi sono eseguiti in tandem.

Più spesso, comunque, essendo tutti i possibili deformata ginocchio Foto di rotula, come la lussazione o la sub-lussazione, associati ad un tendine rotuleo inserito troppo lateralmente, il suo trasferimento viene eseguito medialmente.