Ciò che è nei mammiferi toracica

Apparato locomotore 19: Ossa del torace

Ginnastica su una sedia in artrosi del ginocchio

Il corpo dei Misticeti è più tozzo rispetto a quello degli Odontoceti, che sono in grado di nuotare a maggiori velocità. Tra gli Odontoceti, è il capodoglio Physeter macrocephalus che raggiunge le dimensioni maggiori, arrivando ad una lunghezza di circa 20 metri nei maschi. Questa pinna è assente negli animali che ciò che è nei mammiferi toracica nelle regioni polari, come narvali Monodon monocerosbeluga Delphinapterus leucas e balene della Groenlandia Balaena mysticetusche non sarebbero in grado di nuotare agevolmente sotto i ghiacci.

Inoltre la pinna poiché è spesso ricoperta da graffi, tagli e cicatrici, è utilizzata dai ricercatori per la fotoidentificazione, una tecnica che consente di riconoscere i singoli esemplari di una specie mediante le ciò che è nei mammiferi toracica di particolari anatomici. Questa caratteristica permette di riconoscere a prima vista un cetaceo da un pesce e la sua funzione è quella di agire da mezzo di propulsione tramite il suo movimento verticale.

La funzione di queste pinne è quella di assicurare stabilità al nuoto e permettere gli spostamenti laterali. Le specie ciò che è nei mammiferi toracica presentano pinne di piccole dimensioni in rapporto alla superficie corporea, come le balenottere azzurre, sono specializzate a nuotare lentamente e in mare aperto, mentre le specie con pinne di maggiori dimensioni sono in grado di nuotare più velocemente e di manovrare più agevolmente. Negli Odontoceti, soprattutto negli Zifidi, il rostro è costituito da ossa piuttosto compatte.

Si pensa che questa caratteristica serva ad aumentare la forza del rostro e ad evitare fratture durante i combattimenti dei maschi per le femmine. La corteccia cerebrale del cervello dei Cetacei presenta un alto numero di circonvoluzioni, soprattutto nel caso degli Odontoceti, che possiedono un numero di circonvoluzioni maggiore di quello del cervello umano, sebbene lo spessore della corteccia sia minore.

Il midollo spinale ha una forma cilindrica e la sua lunghezza dipende principalmente dalle dimensioni ciò che è nei mammiferi toracica. Sono presenti da 40 a 44 nervi spinali, in cui le radici posteriori sono meno sviluppate delle anteriori.

Questa caratteristica è dovuta al maggiore sviluppo della muscolatura ventrale dei Cetacei rispetto a quella dorsale e alla scarsa presenza di recettori sensoriali periferici. Dietro la retina è presente una zona altamente vascolarizzata, il tapetum lucidum, che ciò che è nei mammiferi toracica ad uno strato di cellule riflettenti svolge la funzione di aumentare la quantità di luce che raggiunge la retina stessa. Tuttavia la questione se i Cetacei siano in grado di farlo è ancora molto controversa.

Alcuni autori sostengono che la presenza dei due tipi di fotorecettori aiuti gli animali a meglio identificare gli oggetti. Nei primi sono presenti i nervi olfattivi, ma nel lobo frontale del telencefalo manca il bulbo olfattivo, che è presente solo nello stadio fetale. Negli Odontoceti, invece, sono assenti sia i nervi, sia il bulbo.

I Cetacei sono in grado di riconoscere il sapore di diverse sostanze. Negli Odontoceti di queste strutture rimangono solo dei follicoli vestigiali. Questa separazione è tuttavia più evidente negli Odontoceti che nei Misticeti. Nei Misticeti non è stata dimostrata la trasmissione del suono attraverso la mandibola ed è probabile che la ricezione avvenga direttamente attraverso il condotto uditivo. Per questo motivo, essi hanno la necessità di raggiungere periodicamente la superficie del mare per effettuare gli scambi respiratori tra CO2 e O2.

Le narici si sono spostate sulla sommità del capo e costituiscono gli sfiatatoi. Questa soluzione permette ai cetacei di rimanere quasi completamente immersi durante la respirazione. Mentre nei misticeti lo sfiatatoio è costituito da due orifizi, negli odontoceti ne è presente soltanto uno. Poiché forma, direzione e altezza del soffio variano da specie a specie, i cetacei possono essere identificati a distanza utilizzando questa caratteristica.

La trachea è costituita da una serie di anelli cartilaginei uniti gli uni agli altri. Ciò che è nei mammiferi toracica Misticeti gli anelli sono aperti e collassabili, diversamente da quanto avviene negli Odontoceti, in cui invece gli anelli sono chiusi.

Il volume polmonare è più basso di quello dei mammiferi terrestri, per evitare il rischio di formazione di emboli gassosi durante le risalite dalle immersioni profonde. Qui il sangue si ossigena e, per mezzo della vena polmonare, torna al cuore da dove viene immesso nella circolazione sistemica, per poi ritornare al cuore mediante la vena cava.

Come in tutti i mammiferi, il cuore dei Cetacei presenta 4 cavità, due atri e due ventricoli. I muscoli, per assicurarsi un buon rifornimento di ossigeno durante le immersioni, presentano concentrazioni di mioglobina da 3 a 10 volte superiori rispetto ai muscoli dei mammiferi terrestri.

Inoltre, i Cetacei capaci di compiere immersioni profonde presentano concentrazioni di mioglobina più elevate di quelli che vivono lungo le coste e che effettuano immersioni a minori profondità e di minore durata. La colonna vertebrale è costituita da 4 regioni, cervicale, ciò che è nei mammiferi toracica, lombare e caudale. Poiché è assente il cinto pelvico, non è presente la regione sacrale. Le vertebre del collo, sempre in numero di 7, sono fuse nella maggior parte dei cetacei, fornendo stabilità durante il nuoto a scapito della flessibilità.

In Tursiops truncatus sono fuse solo le prime due vertebre, mentre in Ziphius cavirostris sono fuse le prime 4. Le vertebre toraciche variano in numero tra le diverse specie e anche tra gli individui della stessa specie; le vertebre della regione lombare sono molto più numerose di quelle dei mammiferi terrestri. Il focenoide Phocoenoides dalli presenta vertebre lombari ed è il cetaceo che ne possiede di più, mentre il Kogia sima, con solo 2 vertebre, è la specie che ne possiede di meno; anche il numero delle vertebre delle regione caudale varia da specie a specie: la caperea Caperea marginata ne possiede 13, mentre lo zifio Ziphius cavirostris ne possiede Il numero totale delle vertebre varia da 41 a Ciò che è nei mammiferi toracica regione toracico-lombare è piuttosto rigida per la presenza di tessuto connettivo subdermico, mentre la colonna vertebrale diventa più flessibile in corrispondenza della testa e della coda, consentendo i movimenti dorso-ventrali responsabili del nuoto.

Si tratta di una conseguenza del fatto che la parte destra si è specializzata nella produzione del suono, mentre la sinistra nella respirazione. Tutti i cetacei presentano un certo grado di iperfalangia che riguarda principalmente le dita centrali.

Il maggior numero di falangi sono possedute dai globicefali: da 3 a 4 nel primo dito, da 9 a 14 nel secondo e da 9 a 11 nel terzo. Non vi è correlazione tra la lunghezza del sistema digerente e i tipi di prede da digerire. Lo stomaco è diviso in più camere, come nei ruminanti.

Lo stomaco anteriore, che non presenta ghiandole, è dotato di una robusta muscolatura e contiene al suo interno ossa e piccole pietre per sminuzzare il cibo. Lo stomaco medio presenta delle ghiandole gastriche che secernono pepsina, lipasi e acido cloridrico. La digestione gastrica prosegue poi nello stomaco posteriore, le cui pareti sono ricche di cellule mucipare.

I Cetacei sono privi di appendice, e la sua funzione di filtro potrebbe essere svolta da un complesso di organi linfatici noti come tonsille anali. Alcuni odontoceti, come i capodogli, presentano i denti solo nella mandibola, mentre alcuni zifidi presentano un solo ciò che è nei mammiferi toracica in ogni emimandibola. Anche la forma dei denti varia tra le diverse famiglie.

I delfinidi Delphinidae ciò che è nei mammiferi toracica, per esempio, presentano dei denti conici ed arcuati, mentre nei focenidi Phocoenidae i denti sono appiattiti.

I fanoni sono delle strutture filamentose cheratiniche che si ciò che è nei mammiferi toracica dalla mascella dei Misticeti. Vengono usati da balene e balenottere come un filtro che intrappola piccoli pesci, organismi planctonici e krill. La lunghezza dei fanoni varia tra le varie specie. I più lunghi sono posseduti dalle balene franche Balaenidaein cui possono raggiungere la lunghezza di 3 m, mentre i più corti sono quelli delle balena grigia Eschrichtius robustusin cui non superano i 50 cm.

Nei Misticeti sono ovali, allungate e convolute, mentre ciò che è nei mammiferi toracica Odontoceti sono sferiche e lisce. Nei mammiferi terrestri queste cicatrici non sono persistenti, mentre nei Misticeti restano a vita. Sono di forma cilindrica e, osservati in ciò che è nei mammiferi toracica trasversale, sono ovali o circolari. Il peso di questi organi in rapporto al peso corporeo è tra i più alti di tutto il regno animale. Generalmente la copulazione avviene pancia a pancia ciò che è nei mammiferi toracica è molto rapida.

Animali più grandi, come le orche o i globicefali, hanno tempi di gestazione maggiori. In molti Misticeti, nonostante le grandi dimensioni corporee, i tempi di gestazione sono inferiori rispetto a quelli di molti Odontoceti. La gravidanza infatti dura dai 10 ai 13 mesi. Questo pannicolo adiposo funziona come un isolante termico, che evita la dispersione del calore in modo molto efficiente. In alcuni odontoceti, come Delphinidae e Phocoenidae, questo strato di grasso presenta delle variazioni stagionali nello spessore.

Questa differenza porta al risultato che il pannicolo adiposo della focena ha una capacità isolante 4 volte superiore rispetto a quello della stenella. Nella pinna dorsale e nei lobi della pinna caudale è presente una fitta rete superficiale di capillari sanguigni chiamata rete mirabile, che dà un importante contributo alla termoregolazione agendo come uno scambiatore di calore controcorrente.

I principali organi deputati al mantenimento del bilancio idrico sono i reni. Nei Cetacei questi organi sono costituiti da un grande numero di piccoli lobi, chiamati renicoli e sono simili ai reni di orsi e otarie. Un singolo renicolo è costituito da una regione midollare ed una corticale. Una Balaenoptera physalus ha raggiunto i anni, mentre uno studio del ha rivelato come diversi esemplari di Balaena mysticetus raggiungano e superino i anni.

Fanoni I misticeti hanno centinaia di fanoni disposti a pettine, sospesi ala mascella superiore. Ogni fanone è composto da una sostanza fatta di cheratina che gli conferisce una certa elasticità. La sua funzione non è ben nota, si pensa che i maschi la utilizzino per i combattimenti intraspecifici per le femmine. Molti animali della stessa specie, età e sesso possono variare nella colorazione.

Nel dei pescatori giapponesi hanno catturato un tursiope Tursiops truncatus che presentava un paio di pinne poste nella regione caudale. In questo tursiope, una mutazione ha fatto riemergere un carattere ciò che è nei mammiferi toracica milioni di anni fa. I cani e i gatti ne hanno una cinquantina; i lamantini Contatti info ciò che è nei mammiferi toracica.

Precedente Prossimo. Condividi questa storia, ciò che è nei mammiferi toracica come! Riguardo l'autore Oceanus. Scrivi un commento. Popolari Recenti. La vera ed unica arma della Grecia è chiusa in un cassetto dal Anatomia cetacei febbraio 13th, Donazioni settembre 16th, Italy Bike Tour giugno 6th, Fabio A.

Siniscalchi dice: Hi Cristina, thank you for your interest please write us to: segreteria oceanus. Siniscalchi dice: Sposo ogni ciò che è nei mammiferi toracica E aggiungo, il cittadino ormai assuefatto alla scelta di Seguici su Facebook.