Legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia

ArticolazioneTemporo-mandibolare

Maschera dei raggi X della displasia dellanca in

Le articolazioni temporomandibolari ATM sono i due giunti di collegamento la mandibola al cranio. Si tratta di un bilaterale articolazione sinoviale tra l' osso temporale del cranio sopra e la mandibola sotto; è da queste ossa che il suo nome è derivato. Questo comune è unica in quanto è un giunto bilaterale che funziona come un'unità.

Poiché l'ATM è collegato alla mandibola, destra e sinistra giunti devono funzionare insieme e quindi non sono indipendenti l'uno dall'altro. I componenti principali sono la capsula articolare, disco articolare, condili mandibolari, superficie articolare del temporale, legamento temporomandibolare, legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia stylomandibular, legamento sphenomandibular, e muscolo pterigoideo esterno.

La capsula è una membrana fibroso denso che circonda il giunto e incorpora legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia articolare. Esso attribuisce alla eminenza articolare, il disco articolare e il collo del condilo mandibolare.

La caratteristica unica dell'articolazione temporo-mandibolare è il disco articolare. Il disco è composto di tessuto fibrocartilagenous denso che è posizionato tra la testa del condilo mandibolare e la fossa glenoidea legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia temporale.

Legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia articolazioni temporomandibolari sono una delle poche articolazioni sinoviali nel corpo umano con un disco articolareun altro essendo il sternoclavicular comune. Il disco divide ciascun giunto in due scomparti, i compartimenti inferiore e superiore. Questi due compartimenti sono cavità sinoviali, che consiste di legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia tomaia ed una cavità sinoviale inferiore.

La membrana sinoviale riveste la capsula articolare produce il liquido sinoviale che riempie queste cavità. Al contrario, il legamento posteriore e le capsule circostante presenta lungo entrambi i vasi sanguigni e nervi.

Poche cellule sono presenti, ma fibroblasti e cellule bianche del sangue sono tra questi. La zona centrale è anche più sottile ma di consistenza più denso regione periferica, che è più spessa, ma ha una consistenza più attenuata.

Il fluido sinoviale nelle cavità legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia fornisce la nutrizione per la zona centrale avascolare del disco. Il comparto articolare inferiore formato dalla mandibola e il disco articolare è coinvolto nel movimento di rotazione-questo è il movimento iniziale della ganascia quando si apre la bocca.

Il comparto articolare superiore formata dal disco articolare e l'osso temporale è coinvolto nel movimento traslatorio-questo è il movimento di scorrimento secondario della mandibola mentre è aperta ampiamente. La parte della mandibola che si accoppia alla superficie inferiore del disco è il condilo e la parte dell'osso temporale che si accoppia alla superficie superiore del disco è la fossa articolare o fossa glenoidea o fossa mandibolare.

Il disco articolare è un'estensione fibrosa della capsula tra le due ossa dell'articolazione. Le funzioni del disco come superfici articolari sia contro l'osso temporale e condili e divide l'articolazione in due sezioni, come già descritto.

È biconcave nella struttura e attribuisce al condilo mediale e laterale. La porzione anteriore del disco divide nella dimensione verticale, coincidente con l'inserimento della testa superiore del pterigoideo esterno. La porzione posteriore legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia anche nella dimensione verticale, e la zona tra la scissione continua posteriormente e viene indicato come tessuto retrodiscale.

A differenza del disco stesso, questo pezzo di tessuto connettivo è vascolare e innervato, e in alcuni casi di spostamento del disco anteriore, il dolore provato durante il movimento della mandibola è dovuto al condilo comprimere quest'area contro la superficie articolare dell'osso temporale.

Ci sono tre legamenti associati alle articolazioni temporomandibolari: uno principale e due legamenti minori. Questi legamenti sono importanti legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia quanto definiscono i movimenti di confine, o in altre parole, più lontane estensioni dei movimenti, della mandibola. Movimenti della mandibola fatta oltre le estensioni funzionalmente consentito dalle allegati muscolari comporterà stimoli dolorosi, e quindi, movimenti del passato questi confini più limitati sono raramente raggiunti nella funzione normale.

Altri legamenti, chiamati "legamenti oto-mandibolare", collegare l' orecchio medio martellocon l'articolazione temporo-mandibolare:. Innervazione sensoriale dell'articolazione temporomandibolare deriva dai auriculotemporal e masseterino rami di V 3 o ramo mandibolare del nervo trigemino.

Questi sono solo innervazione sensoriale. Ricordiamo che il motore è ai muscoli. La meccanica specifici della propriocezione nel dell'articolazione temporomandibolare coinvolgono quattro recettori. Terminazioni di Ruffini funzionano come statici meccanocettori che posizionano la mandibola.

Corpuscoli di Pacini sono meccano dinamici che accelerano movimento durante riflessi. Golgi organi tendinei funzionano mechanoreceptors statici per la protezione dei legamenti intorno all'articolazione temporomandibolare. Terminazioni nervose libere sono i recettori del legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia per la protezione dell'articolazione temporo-mandibolare stesso. Terminazioni nervose gratuiti, molti dei quali agiscono come nocicettoriinnervano le ossa, legamenti e muscoli dell'ATM.

Quando il tessuto osseo, legamenti o muscoli diventano infiammate o feriti, segnali sensoriali vengono inoltrati lungo piccolo diametro primari afferenti fibre nervose che formano il nervo trigemino. I segnali sono diretti attraverso il nervo trigemino e modulati da corpi cellulari neuronali nel ganglio legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia.

Segnali legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia sono successivamente instradati al nucleo spinale del trigeminoche contiene secondo ordine neuroni sensoriali.

Dal nucleo trigemino, segnali sensoriali legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia inoltrati a regioni cerebrali di ordine superiore, compresa la corteccia somatosensoriale e talamo. Suo apporto di sangue arterioso è provvisto da rami della carotide esternaprevalentemente il ramo temporale superficiale.

La formazione delle articolazioni temporo-mandibolari avviene a circa 12 settimane in utero quando gli spazi comuni e il disco articolare sviluppano. A circa 10 settimane la componente del giunto futuro feto diventa evidente nel mesenchima legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia la cartilagine del condilo della mandibola e dell'osso temporale in via di sviluppo.

Due fenditure come cavità articolari e intervenienti disco fanno la loro comparsa nella regione da 12 settimane. Legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia attorno al giunto comincia a formare la capsula articolare fibrosa. Molto poco si sa circa il significato dei muscoli di nuova formazione in formazione congiunta. La testa di sviluppo superiore del muscolo pterigoideo esterno attacca alla porzione anteriore del disco fetale.

Il disco continua anche posteriore attraverso la fessura petrotympanic e si attacca al martello dell'orecchio medio. Un centro di crescita si trova nella testa di ciascun condilo mandibolare prima che un individuo raggiunge la maturità.

Questo centro di crescita è costituito da cartilagine ialina sotto il periostio sulla superficie articolare del condilo. Questo è l'ultimo centro di crescita delle ossa nel corpo ed è multidirezionale nella sua capacità di crescita, a differenza di un osso lungo tipico.

Questa zona di cartilagine all'interno dell'osso si sviluppa in lunghezza per una crescita apposizionale come l'individuo cresce fino a scadenza.

Nel corso del tempo, la cartilagine è sostituito da osso, utilizzando encondrale. Questo centro di crescita mandibolare nel condilo permette la maggiore lunghezza della mandibola necessaria per i denti permanenti più grandi, nonché per la grande capacità cerebrale dell'adulto. Questa crescita della mandibola influenza anche la forma complessiva del viso, e quindi è tracciato e di cui durante la terapia ortodontica.

Quando un individuo raggiunge la piena maturità, il centro di crescita delle ossa all'interno del condilo è scomparso. Ogni temporomandibolare è classificato come un comune "ginglymoarthrodial" in quanto è sia un ginglymus incernieramento comune e un artrodiali scorrevole congiunta.

Il condilo della mandibola si articola con l' osso temporale nella fossa mandibolare. La fossa mandibolare è una depressione concava nella parte squamoso dell'osso temporale. Queste due ossa sono effettivamente separati da un disco articolareche divide l'articolazione in due compartimenti distinti.

A questo punto, se la bocca continua ad aprirsi, non solo sono le testine rotanti condilari all'interno del compartimento inferiore delle articolazioni temporomandibolari, ma l'intero apparato testa condilare e disco articolare trasla. Sebbene questo era stato tradizionalmente spiegato come un movimento in avanti e verso il basso scorrevole sulla superficie concava anteriore della fossa glenoidea e posteriore superficie convessa dell'eminenza articolare, questa traduzione realtà equivale legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia una rotazione attorno ad un altro asse.

La posizione di riposo dell'articolazione temporomandibolare non è con i denti mordere insieme. Invece, l'equilibrio muscolare e feedback propriocettivo permettono un riposo fisiologico per la mandibola, un passaggio interocclusale o spazio autostrada, che è da 2 a 4 mm tra i denti. Normale apertura completa ganascia è di millimetri, misurata dal bordo dei denti anteriori inferiori a bordo dei denti frontali superiori.

Quando si misura l'intervallo verticale di movimento, la misura deve essere regolata per l'overbite. Ad esempio, se la misura dal bordo dei denti anteriori inferiori al bordo dei denti frontale superiore è di 40 millimetri e l'overbite è di 3 millimetri, quindi l'apertura delle ganasce è di 43 millimetri.

Normali movimenti della mandibola durante funzione, come legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia masticazioneo masticazione, sono noti come escursioni. Ci sono due escursioni laterali sinistra e destra e l'escursione avanti, noto come protrusione. L'inversione di protrusione è retrusione. Quando la mandibola viene spostato in protrusione, mandibolare incisivio denti anteriori della mandibola, vengono spostati in modo che vengano primo bordo a bordo con le mascellare incisivi superiori e poi li superano, producendo un underbite temporanea.

Questo si ottiene una versione del condilo giù l'eminenza articolare nella parte superiore del giunto senza più la minima quantità di rotazione che avviene nella porzione inferiore del giuntooltre a quello necessario per permettere al mandibolare incisivi a venire di fronte a degli incisivi superiori senza correre in loro.

Questo è tutto assumendo un ideale di classe I o di classe II di occlusioneche non è del tutto importante per il lettore profano. Durante la masticazione, le mosse mandibola in modo specifico come delineato dai due articolazioni temporomandibolari.

Il lato della mandibola che si muove lateralmente viene indicato come sia la lavorazione o parte rotante, mentre l'altro lato è chiamata sia il bilanciamento o orbitante laterale. Gli ultimi termini, anche se un po 'datato, sono in realtà più precisi, in quanto definiscono i lati dai movimenti dei rispettivi condili. Quando la mandibola viene spostata in un'escursione laterale del condilo laterale di lavoro il condilo sul lato della mandibola che si muove verso legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia esegue solo rotazione nel piano orizzontalementre il condilo laterale bilanciamento esegue la conversione.

La mandibola è spostata primaria dai quattro muscoli della masticazione : il masseterepterigoideo medialepterigoideo esterno e temporale. Questi quattro muscoli, tutti innervati da V 3o la divisione mandibolare del nervo trigeminoopera in diversi gruppi per spostare la mandibola in direzioni diverse. Gli altri tre muscoli chiudono la bocca; massetere e pterigoideo mediale sollevando l'angolo della mandibola e le temporale legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia sul processo coronoideo della mandibola.

Dolore o disfunzioni dell'articolazione temporo-mandibolare è a volte indicato come "ATM", e disturbi dell'articolazione temporo-mandibolare o disfunzione possono essere abbreviate TMD. Questo termine è usato per riferirsi ad un gruppo di problemi che coinvolgono le articolazioni temporomandibolari ei muscoli, tendini, legamenti, vasi sanguigni e altri tessuti ad essi associati.

Anche se raro, altre patologiche condizioni possono anche influenzare la funzione delle articolazioni temporomandibolari, causando dolore e gonfiore. Queste condizioni includono condrosarcomaosteosarcomatumore a cellule giganti e cisti ossea aneurismatica.

Il disturbo più legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia di un dell'articolazione temporomandibolare è spostamento del disco. In sostanza, questo è quando il disco articolare, attaccato anteriormente alla testa superiore del muscolo pterigoideo esterno e posteriormente al tessuto retrodiscale, si muove fuori dalla tra il condilo e la fossa, in legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia che la mandibola e il contatto osso temporale è effettuata in qualcosa diverso dal disco articolare.

Questo, come spiegato sopra, è solitamente molto doloroso, poiché a differenza di questi tessuti adiacenti, la porzione centrale del disco non contiene sensitiva. Nella maggior parte dei casi di disturbo, il disco viene spostato anteriormente dalla conversione, o anteriore e scorrimento inferiore del condilo avanti all'interno della fossa e giù l'eminenza articolare.

Alla chiusura, il condilo scivolerà dal retro del disco, quindi un altro "click" o "pop" a questo punto il condilo è posteriore al disco. Su serramento, il condilo comprime la zona bilaminare e nervi, arterie e vene contro la fossa temporale, causando dolore e infiammazione.

In spostamento del disco senza riduzione il disco rimane anteriore alla testa condilare all'apertura. Source Authors Original. Articolazione temporo-mandibolare Il giunto temporalmandibular è il giunto tra la mandibola e l' osso temporale del cranio.

Articolo principale: disco articolare dell'articolazione temporo-mandibolare. Media Play. Il giunto temporalmandibular è legamento mediale dellarticolazione temporomandibolare ganascia giunto tra la mandibola e l' osso temporale del cranio.