Nella colonna cervicale nei rettili

Cosa FACCIO per i miei RETTILI - la mia Routine Giornaliera

Per cui il medico chiede per lartrosi del ginocchio

Posta un commento. Gli Squamata sono un ordine di rettili che comprende sauri e serpenti ofidi. I rettili squamati si trovano in tutto il mondo eccetto Artico, Antartico e altre zone del pianeta molto fredde. Gli Ofidi sono caratterizzati da un corpo allungato, privo di arti, molto flessibile.

La testa, che non è separata dal resto del corpo da un collo distinto, è priva dell'orecchio esterno sebbene sia presente l'orecchio interno. Gli occhi sono coperti da una struttura trasparente occhiale anziché da palpebre mobili. I fossili di serpenti appaiono per la prima volta nel periodo Cretaceo inferiore, circa milioni di anni fa, un periodo relativamente recente, e non sono sostanzialmente cambiati negli ultimi 12 milioni di anni. Nei climi favorevoli i serpenti occupano tutti i possibili ambienti terrestre, arboricolo, sotterraneo, acque dolci, salmastre e marine.

Esistono numerose specie estremamente adattabili che occupano un ampio spettro di differenti habitat, e specie altamente specializzate. I serpenti in cattività vivono generalmente anni, mentre alcuni delle specie più grandi possono arrivare a Probabilmente la vita media dei serpenti allo stato libero è meno della metà di quelli in cattività. I sauri attuali sono molto simili a quelli fossili.

I sauri raggiungono raramente i 10 anni di età, sebbene alcuni possano vivere molto più a lungo. Alcune specie in natura hanno una vita media di soli 10 mesi. Nelle classificazioni nella colonna cervicale nei rettili recenti il termine Sauria è utilizzato per raggruppare rettili e uccelli e gli Squamata sono suddivisi in modo diverso:. La struttura generale dei serpenti è caratterizzata dalla mancanza degli arti e da un corpo estremamente allungato; gli organi interni si sono adattati a questa conformazione assumendo a loro volta una struttura molto allungata.

L'orecchio esterno è assente. Le palpebre sono trasparenti e fuse insieme a formare l'occhiale. La cute degli squamati è organizzata in scaglie, piastre o placche in relazione alla regione corporea. La cute, come nei mammiferi, si divide in epidermide, più esterna, e derma, interno.

Lo strato intermedio è ricco di lipidi, che rappresentano una barriera contro la disidratazione; lo strato più esterno è lo strato corneo, cheratinizzato. La cute dei rettili non fornisce isolamento termico. La sua permeabilità è molto variabile secondo la specie: meno impermeabile nelle specie deserticole, più permeabile in quelle acquatiche. Le scaglie nei serpenti sono generalmente più piccole sulla nella colonna cervicale nei rettili dorsale, dove vengono definite placche, e laterale, dove sono dette squame.

Ventralmente le scaglie sono più larghe e spesse e sono dette piastre; hanno la funzione di aiutare la locomozione. Nei serpenti e nei sauri si verifica periodicamente la caratteristica muta ecdisi mediante la quale lo strato esterno della pelle viene completamente perduto e rimpiazzato da un nuovo strato di pelle. La muta nei serpenti si compie con il distacco della vecchia pelle in nella colonna cervicale nei rettili pezzo unico, detto exuvia. La muta inizia con la replicazione delle cellule dello strato germinativo che formano un nuovo strato epidermico completo e cheratinizzato al di sotto dello strato più vecchio.

In seguito tra la nuova nella colonna cervicale nei rettili la vecchia pelle diffonde del liquido linfatico contenente degli enzimi che determinano la formazione di una zona di separazione, per permettere il distacco dello strato esterno. I serpenti normalmente rifiutano il cibo finché la muta non è nella colonna cervicale nei rettili. Nei serpenti la separazione della vecchia pelle avviene a partire dall'estremità rostrale, che viene sfregata contro qualche oggetto duro. Gli occhi degli ofidi sono relativamente piccoli; il globo oculare è sferico ed ha scarsa capacità di movimento.

In nella colonna cervicale nei rettili gli ofidi le palpebre sono fuse sopra la cornea a formare un occhiale trasparente. L'occhiale, al contrario della cornea, è irrorato da contiene numerosi piccoli vasi, molto piccoli. L'iride possiede una muscolatura striata ben sviluppata, come negli uccelli, per cui i comuni midriatici parasimpaticolitici non hanno effetto. Manca nei rettili la risposta pupillare consensuale. La membrana timpanica è assente negli ofidi. In questo caso la staffa si collega all'osso quadrato un piccolo segmento osseo che connette la mandibola al cranioche probabilmente ha la funzione di nella colonna cervicale nei rettili le vibrazioni nella colonna cervicale nei rettili suolo.

Questo permette alla lingua di raccogliere le molecole di nella colonna cervicale nei rettili odorose e di depositarle sui dotti dell'organo di Jacobson.

Da qui gli nella colonna cervicale nei rettili giungono direttamente ai bulbi olfattori del cervello. Inoltre le mandibole si connettono al cranio con una doppia articolazione, per la presenza dell'osso quadrato. I serpenti hanno denti pleurodonti che vengono rimpiazzati regolarmente.

Molti serpenti presentano superiormente due file di denti, una attaccata alle ossa mascellari e una alle ossa palatine. La maggior parte dei serpenti non velenosi ha una dentizione semplice, costituita da denti ricurvi, come la maggior parte dei Boidae e dei Colubridae. Questi denti, non canalicolati né solcati, vengono detti aglifi.

Nei serpenti velenosi della famiglia dei Colubridi si trovano denti veleniferi collocati posteriormente ad es. Nella colonna cervicale nei rettili denti vengono detti opistoglifi. Sebbene la maggior parte delle specie di serpenti dalle zanne posteriori siano poco velenosi, fa eccezione il Boomslang Dispholidus spp.

I denti veleniferi anteriori possono essere fissi, come nei cobra e nei mamba famiglia Elapidaee sono detti proteroglifi ; presentano una scanalatura che serve a nella colonna cervicale nei rettili il veleno. I nella colonna cervicale nei rettili solenoglifi sono denti veleniferi a perno e canalicolati. Si presentano ripiegati all'indietro lungo il palato quando la bocca è chiusa. Quando la bocca viene aperta per mordere si raddrizzano; presentano un canale interno attraverso cui viene iniettato il veleno.

Dietro ai denti principali sono presenti altri denti di rimpiazzo, che li sostituiscono se vengono persi. Si trovano in vipere, aspidi e serpenti a sonagli famiglia Crotalidae. Gli squamata presentano tutti sessi distinti non vi sono specie ermafrodite e fecondazione interna. I testicoli sono pari e posti anteriormente ai reni.

Sono situati alla base della coda, subito dietro all'apertura cloacale. La femmina possiede ovaie e ovidotti pari. Negli ofidi lo scheletro si limita a cranio, vertebre e coste; non si osserva una regione cervicale distinta; le prime due vertebre e le vertebre caudali non possiedono coste.

La colonna vertebrale è molto flessibile e conta fino a vertebre. Non è presente lo sterno né le cartilagini costali. Ogni costa termina a contatto con le scaglie ventrali, per permettere la locomozione.

I serpenti non presentano cinto scapolare articolazione della spalla e cinto pelvico ossa del bacinotuttavia in alcuni boidi è presente un cinto pelvico vestigiale, visibile esternamente sotto forma di una coppia di piccoli speroni, più sviluppati nei maschi e posti ai lati della cloaca. Gli speroni sono mobili e vengono utilizzati nel corteggiamento. I rettili sono quindi definiti ectotermi. Per questo i rettili non possono sopravvivere nei climi freddi.

Nessun commento:. Post più recente Post più vecchio Home page. Iscriviti a: Commenti sul post Atom. CUTE La cute degli squamati è organizzata in scaglie, piastre o placche in relazione alla regione corporea.