La posizione della colonna vertebrale dei rettili dal collo dellutero

Allineamento divino della colonna vertebrale, caso di scoliosi in età infantile

Il trattamento in linea di malattia articolare

Estratti dal libro Totale pagine di questo E. La fonte delleterna giovinezza esiste davvero o solo leggenda? Questo libro svela per la prima volta il segreto, mai rivelato, ma sempre e solo accennato, dellenergia Kundalin e del suo potere taumaturgico, attraverso il quale ogni persona pu intervenire consapevolmente sulla vitalit del proprio corpo per ottenere la posizione della colonna vertebrale dei rettili dal collo dellutero, salute e longevit.

Il testo porta alla luce le sconosciute pratiche dello yoga custodite gelosamente nelle millenarie tradizioni sapienziali esoteriche che si celano dietro agli antichissimi riti tibetani. Q uesti esercizi si rivelano la porta di accesso a una pi completa ed efficace disciplina del ringiovanimento fisico, il Sushumn yoga, per- mettendo lapertura del maggior canale di energia vitale del corpo umano, il Sushumn-nd, che corre allinterno della colonna vertebrale e rappresenta la strada maestra dellenergia vitale Kundalin o Shakti.

D a O riente a O ccidente tale conoscenza stata tramandata attraverso metafore e allusioni il cui significato autentico era raggiungibile solo da poche menti risvegliate. Ora finalmente, grazie a questa guida preziosa capace di condurci sul sentiero del benessere e dellautorealizzazione, accessibile a tutti con un linguaggio semplice e chiaro. Il processo del ringiovanimento: i chakra I quattro livelli di energia 2.

Il primo livello di energia I Cinque Riti Tibetani Il primo rito Il secondo rito Il terzo rito Il quarto rito Il quinto rito Le la posizione della colonna vertebrale dei rettili dal collo dellutero di esecuzione Lintensit nellesecuzione La dinamica di crescita energetica Le pause tra un rito e laltro. Il secondo livello di energia Il segreto svelato dei Riti Tibetani: il Traya-bandha Mla-bandha Uddyna-bandha Jlandhara-bhanda La respirazione addominale del Sushumn Yoga Lapnea nella respirazione addominale Lesecuzione dei primi cinque riti nel Sushumn Yoga.

Il terzo rito Il quarto rito Il quinto rito 4. Il terzo livello di energia Lenergia Kundalin Il sesto rito tibetano Premessa La crescita dellenergia vitale con il sesto rito La dinamica energetica del sesto rito Lesecuzione del sesto rito nel Sushumn Yoga La dinamica energetica delle contrazioni bandha nel sesto rito Lapertura del camino Sushumn-nd. Il centro Hara Concentrare lenergia sullHara per liberare il corpo dagli accumuli energetici Il centro Hara Il Sushumn Yoga e lattivazione del centro Hara La forza del ventre Laddome piatto Lattivazione dellormone della crescita 6.

Il quarto livello di energia 99 Premessa 99 Il respiro ascensionale Lenergia del bacino per nutrire i muscoli e la forza fisica Il quarto livello di energia: la dinamica di accumulo energetico con il respiro ascensionale Le cause dellinvecchiamento Il Corpo astrale e il processo del ringiovanimento fisico La postura e il modello. Aiutare il corpo nel suo processo di innalzamento energetico Lattivit fisica Lattivit aerobica La respirazione Lattivit anaerobica Lattivit fisica: conclusioni Esercizi di bioenergetica per scaricare lenergia del dolore emotivo La pratica del rilassamento Lo Yoga per i Riti Tibetani Le serie concentrate per elevare il metabolismo Il modo corretto di alimentarsi Il rapporto acido-basico Una corretta sequenza di alimenti La masticazione Amare il sapore Sentire il corpo rilassato mentre mangiamo Ridurre la fame con il muscolo PC La distribuzione dei pasti Conclusioni: effetti dellinnalzamento energetico.

Quale mistero si cela dietro agli ormai famosi Cinque Tibetani, conosciuti in tutto il mondo grazie al libro di Peter Kelder? Anche questi insegnamenti non si sottraggono alla regola che accomuna tutti i testi esoterici e sapienziali dellantichit, ossia che la verit non deve essere rivelata a tutti, ma solo a coloro meritevoli di riceverla.

Per riuscire in questo, lesoterismo la posizione della colonna vertebrale dei rettili dal collo dellutero sempre fatto uso di simbolismi, metafore e allegorie affinch il sapere potesse sopravvivere al corso dei millenni e giungesse soltanto a chi era pronto alliniziazione.

Il proposito del presente libro di portare alla luce la conoscenza che si cela dietro a questi antichissimi riti, proponendo al lettore un viaggio nuovo, affascinante e, per molti aspetti, intrigante, verso la conquista di vette sempre pi elevate della propria vitalit fisica, alla scoperta di quella magica alchimia custodita gelosamente per millenni dietro le spesse mura di inaccessibili templi del sapere.

Lo studio approfondito delle pi antiche e sconosciute pratiche yoga rivela per la prima volta la dinamica energetica che si nasconde dietro a ciascun Rito Tibetano, che per semplicit qui chiameremo Sushumn-yoga, e che illustra come ogni esercizio lavori in sinergia con una particolare respirazione addominale e a definite contrazioni perineali, dette bandha.

Il lettore sar accompagnato in modo graduale alla pratica dei Riti Tibetani, partendo dallinsegnamento originale del libro di Peter Kelder, per poi scoprire, capitolo dopo capitolo, le parti mancanti, mai apertamente svelate, ma sempre e solo accennate nelle pagine del testo originale. In questo viaggio entusiasmante verso la riscoperta di una vitalit e una salute sempre pi elevate, il praticante assister a un progressivo miglioramento del proprio stato di salute, insieme a una vitalit e a una forza in constante crescita.

Un ringraziamento speciale a Peter Kelder e al suo Editore per lo straordinario libro I Cinque Tibetani, senza il quale oggi questo lavoro non avrebbe avuto vita. Il Sushumn Yoga pu essere definito lo Yoga del ringiovanimento e del risveglio dellenergia Kundalin ed una pratica che permette lapertura del Sushumn-nd, il pi grande canale di energia vitale del corpo umano, che scorre allinterno della colonna vertebrale lungo il midollo spinale, e rappresenta la strada maestra dellascesa dellenergia Kundalin o Shakti.

Il Sushumn Yoga risulta un completamento e un approfondimento del prezioso insegnamento dei famosi Riti Tibetani, descritti nel testo di Peter Kelder I Cinque Tibetani1, svelando il profondo legame di questi esercizi con la pratica Yoga del Traya-bandha, che si rivela qui il naturale complemento della corretta esecuzione dei riti.

Non si conosce lorigine dei Riti Tibetani, in quanto lantica conoscenza del Tibet, sia in campo medico che spirituale, da millenni mantenuta segreta tra le mura dei suoi monasteri. Allo stesso modo non vi certezza sullorigine dello Yoga, ovvero se sia nato in India oppure in Tibet, in quanto opinione diffusa tra gli studiosi che un maestro buddhista di nome Milarepa port lo Yoga dal Tibet allIndia intorno allXI-XII secolo d.

Prima dellinvasione cinese la posizione della colonna vertebrale dei rettili dal collo dellutero tibetano a metri sul livello del mare, vi erano pi di monasteri e la posizione della colonna vertebrale dei rettili dal collo dellutero dellOttocento vi furono numerose spedizioni di ricercatori occidentali provenienti dallAmerica, dalla Russia e dalla Francia, che si inoltrarono in queste inaccessibili terre, alla scoperta dei loro misteri.

Nuova Edizione ampliata, Edizioni Mediterranee, Roma, Qui si rivel una cultura molto spirituale, dove pi di un quarto della popolazione maschile studiava in universit monastiche chiamate gonpa. Al ritorno dai loro viaggi questi ricercatori raccontarono di aver conosciuto uomini che avevano centinaia di anni, con poteri di telepatia, capaci di camminare sullacqua e nel fuoco, dediti alla tecnica del Lung-gom, attraverso la quale, sfruttando il principio della levitazione, percorrevano lunghissime distanze in pochissimo tempo fluttuando nellaria con lunghissimi salti.

Raccontarono di monaci che, grazie a una forma di respiro chiamata Tummo, che conosceremo nel proseguo del libro, riuscivano a vivere tra i monti ghiacciati coperti solo di leggeri vestiti di cotone 3.

Il colonnello Bradford nel libro I Cinque Tibetani diceva: Vi ho insegnato tutto ci che possibile per ora, ma in futuro i Cinque Riti, nel continuare la loro opera, apriranno la porta verso nuove conoscenze e nuovi progressi4. Lintento del Sushumn Yoga proprio quello di dare una risposta e un seguito alle parole del colonnello Bradford e il praticante si accorger che i Riti Tibetani si riveleranno lesercizio pi idoneo per eseguire correttamente il Traya-bandha in movimento.

Si accede cos a una nuova e straordinaria conoscenza che ci porta a inaspettati progressi nel cammino verso la salute e la longevit. Conosceremo anche il sesto rito considerato il rito per eccellenza, che non necessita di alcuna forma di astinenza sessuale per essere praticato efficacemente, prezioso non solo per attivare e accrescere la vitalit dellintero organismo, ma anche per nutrire, armonizzare e completare la sessualit e la sua energia. Nel Sushumn Yoga il desiderio sessuale non pi considerato come un istinto animale da reprimere e di cui vergognarsi, ma come strumento meraviglioso di vita, prezioso per far fluire nel corpo quantit crescenti di energia vitale che non va in alcun modo repressa o inibita, ma nutrita con amore, gioia e passione, a ogni et, soprattutto in quelle pi avanzate.

Nuova Edizione ampliata, cit. Con questi esercizi sperimenteremo un corpo sempre pi forte, dinamico, leggero, ricco di vitalit e salute. Prepariamoci allora a un viaggio straordinario tra le pratiche pi antiche e sconosciute alle quali luomo abbia mai potuto accedere, per giungere fino alle soglie, e a volte anche oltre, di quella via maestra tanto agognata che porta il nome di Fonte della Giovinezza.

La conoscenza universale pu essere rivelata solo ai nostri fratelli che hanno affrontato le nostre stesse prove. La verit va dosata a misura dellintelletto, dissimulata ai deboli, che renderebbe pazzi, nascosta ai malvagi, che solo potrebbero afferrarne qualche fram- mento di cui farebbero arma letale.

Racchiudila nel tuo cuore, e che essa parli attraverso le tue opere. La scienza sar la tua forza; la fede la tua spada; e il silenzio la tua corazza impenetrabile. La Fonte della Giovinezza esiste davvero o solo leggenda? Il mio cammino alla scoperta degli antichi Riti Tibetani incominci molti anni fa quando mi trovai a leggere il libro I Cinque Tibetani di Peter Kelder; vi si narra la storia di un ufficiale inglese, il colonnello Bradford, che sfida le lande remote e misteriose dellHimalaya per scoprire il segreto di tutti i tempi: la miracolosa Fonte della Giovinezza.

Questo piacevole insegnamento propone cinque facili esercizi, pi un sesto un po misterioso che, se praticati ogni giorno, promettono di donare una vitalit cos elevata da ringiovanire il corpo.

Gi dai primi capitoli il testo riusc a suscitare in me molta curiosit; dalle sue pagine trasparivano entusiasmo, gioia, passione per la vita e per lenergia che la nutre. Incominciai a praticare gli esercizi con metodo e determinazione per molti mesi, e questo mi port a sperimentare importanti benefici, ma non cos sorprendenti come il libro riportava nelle sue innumerevoli testimonianze.

Certo il mio corpo era pi tonico e vitale, ma questo risultato si ottiene anche con molte la posizione della colonna vertebrale dei rettili dal collo dellutero attivit fisiche, se praticate quotidianamente con perseveranza. Dopo i primi sei-sette mesi di pratica, la mia vitalit, in costante ascesa, cess di crescere e si stabilizz. Incominciai a leggere e rileggere con la posizione della colonna vertebrale dei rettili dal collo dellutero attenzione ogni passaggio del testo di Peter Kelder, alla ricerca di un mio eventuale errore nellesecuzione, e con grande stupore mi accorsi che esso non riportava affatto un metodo pratico e completo di ringiovanimento, piuttosto preziose indicazioni, utili per chi vuole intraprendere un cammino di ricerca.

Come accade in moltissimi testi antichi e sapienziali, anche qui la via maestra per giungere alla conoscenza viene celata, lasciando trasparire soltanto alcune tracce preziose, attraverso le quali solo chi veramente motivato e spinto da una profonda e autentica aspirazione pu arrivare alla meta promessa. Molti libri non rivelano con chiarezza gli insegnamenti di verit, ma si esprimono in forma di metafore, allegorie e simboli: solo colui che disposto a ricercare in s la via meritevole di ricevere lilluminato insegnamento.

La passione del ricercatore nasconde in s la consapevolezza che quanto si conosce e si apprende dal verbo di un insegnamento non mai sufficiente a dare una visione autentica della realt. I Riti Tibetani, come una bussola, indicano la direzione verso cui il praticante deve condursi per scoprire il sentiero che sapr portarlo alla meta della salute, della vitalit e della longevit. Colui che disposto a praticare con costanza e metodo linsegnamento, capace di abbandonare ogni certezza e di ascoltare i pi sottili segnali che il corpo e la mente intuitiva gli trasmettono, riesce a cogliere quel magico filo sottile e quasi invisibile che premurosamente lo guida a ogni passo lungo il sentiero della conoscenza.

Fu cos che leggendo e rileggendo, praticando e ascoltando un corpo sempre pi vitale e sensibile, accadde che nella quiete della mente incominci a svelarsi dinanzi a me un cammino inviolato, inaspettato e misterioso. Ogni giorno nuove percezioni arrivavano a indicarmi la via da seguire, e le parti buie lentamente si rischiaravano in me, svelando la magia del loro mistero.

Ogni verit rivelata da un insegnamento altro non che un aiuto e la posizione della colonna vertebrale dei rettili dal collo dellutero stimolo a cercare in noi stessi ci a cui aspiriamo perch, come da sempre ci insegnano i pi grandi saggi, tutta la nostra vita emanazione della Consapevolezza divina che vive nel profondo di noi stessi. Solo a chi disposto a cercare in s la verit rivelata lEssenza la posizione della colonna vertebrale dei rettili dal collo dellutero del Creato svela i suoi Tesori; questo il pi grande segreto della Vita, ed anche la chiave di lettura di tutti i testi sapienziali e iniziatici.

Fu cos che dopo pi di dieci anni di ricerche molto approfondite e di pratica costante e continua, dietro la guida di risultati sempre pi sorprendenti che trasformavano il mio corpo migliorandone laspetto e la salute, nacque il Sushumn Yoga: metodo di sviluppo e completamento dei Riti Tibetani.

Allinizio della pratica del Sushumn Yoga ognuno invitato a scrivere su un foglio, in modo molto dettagliato, tutti i suoi disturbi fisici, per poter verificare come ogni malessere immancabilmente manifesti segni forti e tangibili di miglioramento.

Al termine di ogni settimana, prenderemo visione del nostro foglio della salute e verificheremo i miglioramenti avvenuti. Tra gli innumerevoli benefici del Sushumn Yoga, che interessano tutta la fisiologia dellorganismo, senzaltro degno di nota il calo del peso corporeo in chi in sovrappeso; questo dovuto non a una dieta, ma semplicemente allinnalzamento del metabolismo, poich ogni pratica energetica di una certa efficacia eleva la capacit dellorganismo di trasformare il cibo in energia.

Chi soffre poi di fame nervosa la vedr scomparire in poco tempo, perch la pratica del Sushumn Yoga, oltre a risvegliare la corrente ascendente Kundalindetermina anche lattivazione del centro Hara, in quanto la respirazione addominale che conosceremo, insieme alle contrazioni bandha, determina lattivazione di questo importantissimo centro vitale situato nella regione ombelicale.

Il primo sintomo che avvertiamo dellattivazione dellHara proprio la scomparsa della fame in eccesso, in chi ne soffre. Nel libro viene presentata anche una serie di esercizi preziosi per innalzare la vitalit dellorganismo.

Sar un viaggio entusiasmante che render il nostro corpo sempre pi dinamico, forte, flessibile e giovane, dove scopriremo che la crescita dellenergia vitale non solo sinonimo di salute e miglioramento dellaspetto fisico, ma anche di maggiore energia a disposizione per creare e migliorare la nostra vita, in ogni suo aspetto.

Figura 1 La prima cosa importante che mi fu insegnata al mio ingresso nel monastero disse il colonnello fu questa: il corpo ha sette centri energetici che potremmo chiamare vortici. Gli Ind li chiamano chakra. Sono campi elettrici potenti, invisibili a occhio nudo, tuttavia assolutamente reali. Ciascuno dei sette vortici ha il proprio centro in una delle sette ghiandole a secrezione interna del sistema endocrino corporeo e ha la funzione di stimolare la produzione ormonale della ghiandola.

Sono gli ormoni a regolare tutte la posizione della colonna vertebrale dei rettili dal collo dellutero funzioni del corpo, incluso il processo dellinvecchiamento. Le pi antiche tradizioni mistiche orientali riconoscono che il corpo umano disseminato di vortici o chakra attraverso i quali lenergia vitale fluisce al suo interno.

Di questi centri energetici, ne esistono sette di primaria importanza, situati proprio sulle ghiandole endocrine. Tutte le funzioni corporee vengono regolate dagli ormoni secreti da tali ghiandole che, immessi direttamente nel sangue, raggiungono i vari organi. Gli ormoni sono dei trasmettitori di informazioni, o messaggeri chimici, che hanno il potere di agire su ogni singola cellula del corpo, la quale, dotata di speciali recettori posti come antenne sulla sua membrana cellulare, riceve cos le informazioni ed esegue i comandi.

Le cellule, e quindi gli organi, esaltano, riducono o modificano in questo modo tutte le loro funzioni. Secondo i taoisti, i chakra non appartengono al corpo fisico, ma al corpo energetico, o corpo astrale, e le ghiandole endocrine sono ritenute delle loro propaggini cristallizzate.

Recenti ricerche scientifiche testimonierebbero che lo stesso processo dellinvecchiamento regolato dallattivit ormonale, in quanto sembrerebbe che la ghiandola pituitaria inizi a produrre un ormone della morte gi al principio della pubert, che interferirebbe con la capacit delle cellule di utilizzare ormoni benefici come quello della crescita.

Questo genererebbe un processo di deterioramento, invecchiamento e morte dei nostri organi. Il secondo, lo Svdhisthna chakra, sul pancreas, nella regione addominale. Il quarto, lAnhata chakra, sulla ghiandola del timo, situata nel petto, la posizione della colonna vertebrale dei rettili dal collo dellutero regione del cuore.

Il quinto, il Vishuddhi chakra, posto la posizione della colonna vertebrale dei rettili dal collo dellutero ghiandola tiroide che si trova nel collo, nella regione della gola.

Il sesto e il settimo vortice, rispettivamente lAjn chakra situato fra le sopracciglia e lo Sahasrra chakra sulla sommit del capo, nutrono entrambi sia la ghiandola pituitaria, posta alla base anteriore del cervello, che coordina anche il funzionamento di tutte le altre ghiandole endocrine, che la ghiandola pineale, alla base posteriore del cervello. In un corpo sano, ciascuno di questi vortici ruota a grande velocit, permettendo allenergia vitale detta anche Prana o energia eterica di scorrere verso lalto attraverso il sistema endocrino.

Ma se uno di questi vortici rallenta, il flusso di energia vitale ne risulta inibito o bloccato, ecco, cos che potremmo definire linvecchiamento e un cattivo stato di salute.

Un risultato che si pu ottenere con cinque semplici esercizi [ Se i riti tendono ad armonizzare lo squilibrio dei sette centri energetici del corpo, come afferma Peter Kelder, possibile che questo influenzi positivamente lequilibrio ormonale. Nei capitoli seguenti, vedremo come questi esercizi agiscono sulla dinamica energetica dei chakra. Abbiamo visto che, prima di iniziare a praticare i riti, importante annotarsi su un foglio di carta un elenco dettagliato di tutte le patologie e i disturbi fisici che affliggono il nostro corpo; questo perch il processo di ringiovanimento dei Tibetani innanzitutto una dinamica di guarigione cos naturale e armonica che, una volta che la posizione della colonna vertebrale dei rettili dal collo dellutero nostro organismo si sar spostato su livelli pi elevati di vitalit, ci sentiremo come se non fossimo mai stati ammalati.

Gi dal primo mese, anche se eseguiamo ancora poche ripetizioni al giorno per ciascun rito, noteremo un continuo miglioramento della nostra salute e un aumento progressivo della vitalit. Mese dopo mese, con la pratica dei riti, consultando lelenco dei nostri disturbi fisici, potremo notare come essi saranno oggetto di un continuo e inarrestabile miglioramento, e questo ci stimoler a non abbandonare la pratica, soprattutto nei momenti in cui ci sentiremo stanchi e poco invogliati a eseguire gli esercizi.

Potremo avere molti dubbi sul fatto che sia o meno possibile ringiovanire il corpo, ma nella pratica costante dei riti ci apparir evidente come la nostra energia vitale continuer inesorabilmente a crescere con il trascorrere del tempo. Il metabolismo si elever sempre pi, riducendo la massa grassa del corpo. La muscolatura diverr pi tonica e ci sentiremo sempre pi vitali, dinamici, carichi di energia e di voglia di fare e le ore di sonno necessarie per riposare inizieranno a ridursi.