I sintomi di midollo spinale tumore della colonna vertebrale toracica

La colonna vertebrale è la corazza del sistema nervoso

Articolazioni doloranti ragione cosce

I tumori benigni della colonna vertebrale possono derivare dall'osso, dalla cartilagine, dal tessuto fibroso, dal tessuto vascolare o dal grasso. Possono essere latenti non danno sintomi, sono di piccole dimensioni e sono scoperti casualmenteattivi producono sintomi moderati e sono di dimensioni più grandiaggressivi causano sintomatologia importante e sono di dimensioni voluminose, localmente invasivi. Le lesioni più estese possono provocare fratture patologiche delle vertebre. Il sintomo più comune è il dolore, localizzato o irradiato, mentre è raro l'interessamento neurologico che si riscontra nelle lesioni di grossa dimensione e prevalentemente localizzate a livello cervicale.

Il sintomo più caratteristico è un dolore persistente che è particolarmente intenso di notte e migliora dopo assunzione di salicilati. Dato che l'osteoma osteoide è in genere una lesione di piccole dimensioni, l'interessamento neurologico è raro. La presenza di una forte sintomatologia dolorosa impone il trattamento chirurgico. La rimozione della lesione, che deve essere completa per evitare recidive, comporta la scomparsa del dolore.

Il dolore ha la caratteristica di essere continuo e localizzato; è frequente un dolore radicolare omolateralmente alla lesione, la quale, crescendo progressivamente, erode l'osso e si espande nei tessuti molli paravertebrali e nel canale vertebrale stesso comprimendo i nervi ed il midollo spinale; in questo caso compaiono deficit neurologici.

Il trattamento chirurgico deve mirare alla rimozione completa della lesione che tuttavia non è sempre possibile a causa delle dimensioni e della localizzazione; quando vi è un interessamento massivo nel corpo vertebrale, si rende necessario un approccio combinato anteriore e posteriore.

La sintomatologia nella maggior parte dei casi è assente; si possono verificare disturbi quando la lesione determina una frattura patologica della vertebra,o quando si estende fuori dal corpo vertebrale determinando compressione su una radice o sul midollo causando segni radicolari o midollari. Solo in questo ultimo caso vi è l'indicazione al trattamento chirurgico che deve essere preceduto da una embolizzazione preoperatoria della lesione.

Nei casi senza deficit e localizzati ma sintomatici per dolore, è indicato un trattamento radioterapico. E' una lesione a rapido accrescimento, litica, che si espande frequentemente nel canale vertebrale I sintomi di midollo spinale tumore della colonna vertebrale toracica compressione sul midollo e sulle radici con deficit neurologici anche importanti. La rimozione completa della lesione presenta la più bassa percentuale di recidiva ma non è sempre possibile a causa delle dimensioni e della localizzazione della lesione; la rimozione incompleta seguita da radioterapia dà buoni risultati con bassa percentuale di recidiva mentre invece il solo curettage o la sola radioterapia presentano una più elevata percentuale di recidiva.

Il sintomo più comune è il dolore che non è influenzato dall'attività e non migliora con la terapia antiinfiammatoria non steroidea. Possono insorgere anche disturbi neurologici. Il sintomo più importante è il dolore ma possono essere presenti anche segni di interessamento radicolare.

La rimozione totale della lesione garantisce i I sintomi di midollo spinale tumore della colonna vertebrale toracica migliori e la più bassa percentuale di recidiva; dato che si tratta di lesione altamente vascolarizzata è utile una embolizzazione preoperatoria.

Si tratta comunque di una lesione con una prognosi non buona a causa della sua natura localmente aggressiva, dell'alta percentuale di recidiva e della tendenza alla trasformazione maligna. I tumori maligni della colonna vertebrale possono insorgere come primitivi dalla vertebra stessa, come diffusione da una neoplasia dei tessuti paravertebrali adiacenti o, molto più raramente, delle meningi; i più frequenti sono tuttavia le metastasi da neoplasie in altri organi.

Con il progredire della lesione possono poi comparire deficit neurologici più o meno gravi. Inoltre nelle lesioni litiche si possono avere dei veri e propri crolli vertebrali con instabilità della colonna. La diagnosi viene ottenuta con la risonanza magnetica nucleare che fornisce dettagliate informazioni sulla localizzazione e dimensioni della neoplasia e sulla sua estensione nel canale vertebrale e nei tessuti paravertebrali.

La TAC mostra meglio la componente ossea vertebrale. In presenza di una instabilità si rende necessario anche un intervento di stabilizzazione. E' il più comune dei tumori primitivi della colonna, con una leggera predominanza nel sesso maschile. La lesione risponde al trattamento radioterapico. La chirurgia è indicata quando presenta una rapida evoluzione con insorgenza di I sintomi di midollo spinale tumore della colonna vertebrale toracica neurologici.

E' una lesione localmente aggressiva che si sviluppa soprattutto a livello sacrale, prevalentemente fra la quinta e la settima decade di vita, con maggiore frequenza nel sesso maschile. Il trattamento corretto è la asportazione completa, quando possibile. La lesione insorge in un lato del corpo vertebrale estendendosi poi progressivamente agli elementi anteriori e posteriori della vertebra. E' un tumore che non risponde bene al trattamento radioterapico e chemioterapico, pertanto la terapia di scelta è quella I sintomi di midollo spinale tumore della colonna vertebrale toracica che deve mirare ad una asportazione radicale per evitare recidive.

Sono tumori ad alta malignità che si sviluppano soprattutto nei giovani, con una lieve preponderanza nel sesso maschile. Si possono sviluppare a tutti i livelli della colonna anche se più I sintomi di midollo spinale tumore della colonna vertebrale toracica interessano il tratto dorsale; possono essere singole o multiple, possono essere confinate all'interno della vertebra o estendersi nei tessuti paravertebrali.

Sono relativamente radiosensibili; nelle pazienti non responsive alla terapia, nelle lesioni in progressione, nel caso di deficit neurologici, è indicato il trattamento chirurgico.

Si sviluppano prevalentemente a livello dorsale anche se possono essere interessati tutti i livelli vertebrali, I sintomi di midollo spinale tumore della colonna vertebrale toracica spesso multiple. L'indicazione chirurgica sussiste quando insorge un deficit neurologico. Sono lesioni che insorgono prevalentemente in età avanzata, situate all'interno del corpo vertebrale da dove possono poi estendersi nel canale vertebrale.

Sono tumori radiosensibili che possono rispondere anche alla terapia ormonale. Sono lesioni meno frequenti rispetto alle precedenti, generalmente radioresistenti e molto vascolarizzate, pertanto è spesso consigliabile una embolizzazione prima dell'intervento.

Il sintomo di esordio più comune è il dolore. Nel caso dei neurinomi, che originano da un nervo dorsale, il dolore è di tipo radicolare mentre nei meningiomi è più un dolore localizzato nella sede. La progressione delle dimensioni della lesione, che è lenta, porta alla comparsa di deficit neurologici dovuti alla compressione midollare. L'esame di elezione per la diagnosi è la risonanza magnetica nucleare. La terapia è chirurgica nelle lesioni sintomatche e consiste nell'asportazione completa della lesione con tecnica microchirurgica con l'ausilio del microscopio operatorio.

E' più frequente a livello dorsale dove I sintomi di midollo spinale tumore della colonna vertebrale toracica localizza nella zona postero-laterale mentre a livello cervicale si localizza anteriormente; è quasi sempre una lesione singola, raramente multipla soprattutto nei pazienti affetti da neurofibromatosi. Sono descritti due tipi. Il tipo 1 è il più comune ed è associato a fibromi cutanei, macchie cutanee caffelatte, anomalie scheletriche e localizzazioni a livello dei nervi spinali, spesso multiple anche se frequentemente asintomatiche.

Sono più spesso neurofibromi piuttosto che schwannomi. Il tipo 2 è più frequentemente associato con il neurinoma dell'acustico. Cordoma E' una lesione localmente aggressiva che si sviluppa soprattutto a livello sacrale, prevalentemente fra la quinta e la settima decade di vita, con maggiore frequenza nel sesso maschile.

Condrosarcoma La lesione insorge in un lato del corpo vertebrale estendendosi poi progressivamente agli elementi anteriori e posteriori della vertebra. Osteosarcoma e Sarcoma di Ewing Sono tumori ad alta malignità che si sviluppano soprattutto nei giovani, con una lieve preponderanza nel sesso maschile. Metastasi da carcinoma mammario Si possono sviluppare a tutti i livelli della colonna anche se più frequentemente interessano il tratto dorsale; possono essere singole o multiple, possono essere confinate all'interno della vertebra o estendersi nei tessuti paravertebrali.

Metastasi da carcinoma polmonare Si sviluppano prevalentemente a livello dorsale anche se possono essere interessati tutti i livelli vertebrali, sono spesso multiple. Metastasi da carcinoma prostatico Sono lesioni che insorgono prevalentemente in età avanzata, situate all'interno del corpo vertebrale da dove possono poi estendersi nel canale vertebrale. Metastasi da carcinoma renale Sono lesioni meno frequenti rispetto alle precedenti, generalmente radioresistenti e molto vascolarizzate, pertanto è spesso consigliabile una embolizzazione prima dell'intervento.

Neurofibromatosi Sono descritti due tipi.