Cosa fare se un mal di schiena della colonna vertebrale

Frattura della Vertebra Lombare: Come si Riconosce e le (Cure Efficaci)

Gravidanza primo trimestre dolori addominali schiena

Quali sono le più comuni e come porre Esistono 4 tipi di mal di gola e numerosi sono i sintomi a riguardo. Come conoscere e curare al meglio il mal di gola?

L'ernia iatale è una delle patologie più incomprese in ambito medico che spesso viene chiamata in causa a sproposito Sotto il generico nome di mal di schiena rientrano vari disturbi osteoarticolari, caratterizzati da dolore nella porzione Soffri di lombalgia?

Hai il più comune dei mal di schiena, caratterizzato da dolori che coinvolgono la colonna vertebrale Alzi la mano chi non ha mai sofferto di mal di schiena nella sua vita. Quali alimenti preferire e quali evitare per prevenire il tumore del colon-retto? L'ansia è la risposta naturale del corpo allo stress. Il sentimento Quali sono i disturbi del sonno? Quante ore bisogna dormire?

Esistono cibi per addormentarsi o contro la sonnolenza? Ad avvicinare giovani e anziani potrebbero esserci molti più punti in comune di quelli che pensiamo, tanto da mettere in disc Non trovi la visita che cerchi?

Guarda l'elenco completo. Scopri tutte le migliori strutture. Cerca nel sito. Home Notizie Appuntamenti con Dolore alla colonna vertebrale: perché subentra e cosa fare? Si tratta di una delle cause principali di assenza dal posto di lavoro, un fattore di spesa cosa fare se un mal di schiena della colonna vertebrale sia dal punto di vista farmaceutico che diagnostico.

Per queste e per altre ragioni fra i quali i rischi connessi alla chirurgia vertebralela prevenzione risulta essere lo strumento principale per contrastare il dolore alla schiena. La colonna vertebrale è una struttura ossea costituita dalla cosa fare se un mal di schiena della colonna vertebrale di circa 30 ossa a forma di anellodette vertebre il numero varia da individuo a individuo. Le vertebre sono separate dai dischi intervertebrali, libere di muoversi reciprocamente in un sistema mobile e flessibile e unite da legamenti e strutture muscolari.

I dischi la proteggono e tutelando le radici dei nervi che emergono dal midollo spinale diretti ai tessuti periferici. Le due sostanze agiscono in sinergia, garantendo flessibilità e stabilità, resistenza meccanica. Le vertebre sono classificate a seconda del segmento di colonna cui appartengono in:.

La colonna vertebrale presenta quattro curvature fisiologiche, che ne aumentano la resistenza meccanica:. Gli spazi intervertebrali permettono il passaggio dei nervi spinali, che emergono dal midollo spinale e si dirigono verso i tessuti periferici. Le fibre nervose posso essere:. A seconda che i disturbi relativi alla colonna vertebrale si ripercuotano sulle une o sulle altre, si manifesta una sintomatologia diversa. Allo scopo di individuare la causa del dolore alla colonna vertebrale, il medico si informa presso il paziente sulla tipologia del dolore avvertito.

Se è localizzato, è intuitivo ipotizzare traumi o anomalie locali. Se il dolore origina in altri distretti come quello intestinale e si irradia alla schiena, si tratta di un dolore riferito. Fra le cause del dolore alla colonna vertebrale o, come più frequentemente riferisce il paziente, agli anelli della colonna vertebrale, si riconoscono:.

La sedentarietà cosa fare se un mal di schiena della colonna vertebrale la conseguente debolezza della muscolatura profonda del rachide non permette il corretto impilamento dei corpi vertebrali e dunque provoca problemi nel mantenimento della stazione eretta per periodi prolungati.

Le persone che soffrono di questo problema faticano a stare in piedi per intervalli di tempo anche brevi. Lo stress porta ad assumere inconsapevolmente posizioni rigide, posture scorrette e quindi alla contrazione permanente dei muscoli.

In questo caso il dolore diventa più intenso, persistente, bruciante e diffuso e il disturbo più complesso da trattare. La presenza di una curvatura enfatizzata determina infatti una minore resistenza alle sollecitazioni che si scaricano sul tratto lombare del rachide.

I primi esami diagnostici che lo specialista neurologo o ortopedico consiglia in caso di mal di schiena sono la radiografia e la risonanza magneticache permettono di studiare la componente ossea e quella nervosa della colonna vertebrale, al fine di individuare la causa della lombalgia. Generalmente il dolore alla colonna vertebrale cosa fare se un mal di schiena della colonna vertebrale un periodo di riposo.

Questo infatti renderebbe la colonna vertebrale più vulnerabile verso ulteriori patologie. Per le donne che soffrono di lombalgiaè consigliabile indossare scarpe non completamente piatte e con tacchi che non superino i 5 centimetri.

Le persone che trascorrono molte ore davanti al computer, possono efficacemente ricorrere a sistemi di seduta alternativi, come la palla medica. Questo attrezzo consente di esercitare la muscolatura dorsale e addominale durante le attività da scrivania rinforzando lo scudo protettivo contro il dolore alla colonna vertebrale.

Se viene utilizzata la sediaquesta deve essere ergonomicacon i piedi appoggiati su uno sgabello basso. È anche consigliabile alzarsi di tanto in tanto per eseguire esercizi di stretching. Sempre valida la raccomandazione a flettere le ginocchia in caso di sollevamento di pesi di una certa entità. In questo modo, la sollecitazione viene scaricata sugli arti inferiori e cosa fare se un mal di schiena della colonna vertebrale sulla schiena. Per questa e per numerose altre ragioni, è consigliabile raggiungere o mantenere il peso forma.

Il fenomeno è aggravato dalla presenza di una parete addominale quasi sempre debole, incapace di contrastare i cedimenti della schiena. Coloro che passano molto tempo alla guida, dovrebbero mantenere una distanza dai pedali che consenta di appoggiare completamente il bacino allo schienale.

La lombalgia è la tipologia generica di dolore alla colonna vertebrale più diffusa. Riguarda il segmento lombare della schiena, quello più colpito da disturbi che generano dolore. In questi casi, la schiena del paziente appare deviata: si tratta del tentativo di compensazione del corpo, che reagisce al dolore cercando un cosa fare se un mal di schiena della colonna vertebrale locomotore che lo minimizzi. Se ricorrente, la lombalgia deve essere indagata per scoprirne le cause e giungere alla formulazione di una terapia.

In gravidanza la lombalgia è un sintomo ricorrente, legato a:. La cervicalgia è il dolore alla regione cervicale della colonna vertebraledisturbo meglio conosciuto come cervicale. Si tratta di una tipologia di dolore che insorge gradualmente e si intensifica con il trascorrere delle ore. Spesso si accompagna a sintomi quali vertigini, nausea e capogiri.

Il torcicollo è un particolare tipo di cervicalgia, che insorge improvvisamente e violentemente in un fascio localizzato di fibre muscolari del collo. Le strutture muscolari coinvolte sono lo sternocleidomastoideo muscolo verticale posto al lato del collo e il trapezio che unisce la nuca e le spalle. Questa manifestazione, peraltro relativamente comune, si risolve generalmente nel giro di qualche giorno.

La terapia del torcicollo prevede la prescrizione da parte del medico di antinfiammatori di tipo FANS da assumere per boccaanalgesici e miorilassanti. Quando gli episodi di torcicollo tendono a cosa fare se un mal di schiena della colonna vertebrale con una certa regolarità o addirittura a cronicizzare, possono essere una spia di una patologia degenerativa della colonna vertebrale.

Il dolore, pungente o lancinante, compare cosa fare se un mal di schiena della colonna vertebrale in seguito a movimenti banali, come alzarsi dalla sedia, o a sollecitazioni comuni, come quelle prodotte da uno starnuto o da un colpo di tosse. Si tratta di un particolare tipo di lombalgia che, oltre al dolore, provoca indebolimento muscolareparestesie formicolio e sensazione di pizzicore lungo tutto il decorso del nervo.

Generalmente la sciatalgia si risolve spontaneamente. Oltre a quelle del nervo sciatico, anche altre radici nervose possono essere coinvolte nella genesi del dolore alla colonna vertebralecon criteri basati su deficit neurologici cosa fare se un mal di schiena della colonna vertebrale a seconda del tratto colpito, sarà coinvolto uno specifico cosa fare se un mal di schiena della colonna vertebrale e si avranno determinate conseguenze.

Se, invece, è il tratto lombare ad essere interessato, è possibile avere:. La diagnosi viene effettuata sulla base della RM o della TCche possono identificare la causa e il livello preciso della lesione. I casi lievi vengono trattati con la somministrazione di antinfiammatori FANS e, nei casi di dolore più intenso, cortisonici e miorilassant i.

Generalmente non viene consigliato riposo assoluto, se non nella fase acuta della sintomatologia. Nei casi di ernia discaleil movimento è considerato un vero e proprio farmaco, perché mantiene attivi e tonici i muscoli che proteggono e rinforzano la colonna vertebrale, riducendo il rischio di instabilità. Lo sport consigliato è il nuoto.

La chirurgia è riservata ai casi in cui il paziente manifesta dolore intrattabile e continuo, malgrado la terapia farmacologica, la fisioterapia e la ginnastica posturale. Il blocco vertebrale acuto è uno spasmo doloroso dei muscoli paravertebrali, anche definito colpo della strega, che subentra in occasione di un movimento che sollecita la colonna vertebrale in termini di intensità e di biomeccanica del movimento.

Si tratta di una contrattura violenta della muscolatura vertebrale che colpisce statisticamente soprattutto le persone fra i 30 ed i 40 anni. Il colpo della strega insorge in particolare quando si eseguono movimenti a freddo. Poiché il colpo della strega generalmente provoca la caduta a terra, è naturale che il paziente tenti di risollevarsi. Ma è assolutamente inutile e controproducente tentare di rialzarsi velocemente o acquisire una posizione più comoda.

Più utile eseguire movimenti leggeri e lenti e attendere che qualcuno venga in soccorso, respirando profondamente. Il colpo della strega viene trattato con antinfiammatori, sia di tipo FANS in compresse o bustine oppure per applicazione locale di cerotti e gel che steroidei, e con miorilassantiche favoriscono la decontrazione della muscolatura e la cessazione del dolore. La terapia si basa sul riposoche deve coprire tutta la fase acuta del disturbo.

Naturalmente, in questa fase è vietato ogni tipo di sforzo. La fisioterapia è consigliata, anche se solo quando la fase acuta iniziale della patologia è trascorsa. La stenosi spinale è il restringimento del canale attraverso cui passa il midollo. In caso di stenosi spinale. Una sua possibile complicanza è la spondiloartrosiche consiste nella degenerazione delle articolazioni intervertebrali poste dietro ai dischi.

Uno dei traumi più diffusi e noti che riguardano questa parte del corpo è il colpo di frustaossia una sollecitazione di flessoestensione della regione cervicale della colonna che supera le possibilità fisiologiche di movimento.

Il colpo di frusta si verifica generalmente a cosa fare se un mal di schiena della colonna vertebrale di un tamponamento.

In questi casi, la testa del paziente compie un movimento antero-posteriore tale da simulare il movimento di una frusta scoccata. Dopo incidenti di questo tipo, il paziente viene immobilizzato, per proteggere le strutture neurologiche da eventuali complicanze.

La spondilolistesi è una condizione patologica caratterizzata da uno slittamento progressivo in avanti di una vertebra rispetto a quella sottostante. Le vertebre più comunemente colpite sono la quarta e quinta lombare L4, L5 e la prima sacrale S1.

La sintomatologia dipende dal grado di scivolamento e si manifesta soprattutto con il dolore alla colonna vertebrale, che peggiora in occasione di sforzi fisici di una certa intensità. La diagnosi della spondilolistesi viene effettuata sulla base degli esami radiografici e della RM.