Thailandia pillole articolazioni

BLUE TEMPLE Chiang Rai & LUXURY BUS to Chiang Mai - Thailand Travel

Costantemente mal di dorsi sinistra

In viaggio: giorni 36 — In Thailandia: giorni 11 — Caldo, sole, spiagge, mare, riposo. Queste le parole chiave degli ultimi giorni. Alla fine ho scelto l'isoletta tropicale Thailandia pillole articolazioni Koh Mak, ancora non toccata dal turismo di massa, ma nemmeno troppo selvaggia. Da Bangkok, cinque ore di autobus molto tranquille, più cinquanta minuti di speedboat. Come punto base ho trovato il Bamboo Hideaway Resortun gruppetto di magnifici bungalow in bambù, costruiti in una zona centrale ed estremamente tranquilla.

Ciliegina sulla torta, i gestori sono una coppia di italiani, Francesca e Massimo, che in questi giorni hanno fatto di tutto per coccolarmi e farmi sentire a casa. Dopo oltre un mese, ho mangiato la mia prima pastasciutta, in tutto e per tutto italiana, dagli ingredienti al cuoco Massimo.

Pur essendo tutti i luoghi dell'isola a portata di Thailandia pillole articolazioni, non esiste da nessuna parte una buona cartina aggiornata e affidabile. Francesca e Massimo mi hanno prestato una vecchia mappa deldiscretamente dettagliata, anche se piena di errori.

Disponibile in unico, rarissimo esemplare!! Sabato mattina presto ho fatto una corsetta con cartina tipo orienteeringma ho combinato due guai. Prima di tutto, nonostante la protezione in plastica, ho bagnato di sudore il bordo della preziosa reliquia disgrazia!

Poi mi sono perso nella giungla… fortunatamente, dopo alcuni giri a vuoto, ho incrociato una grossa strada non segnata che mi ha riportato in zona nota. In questi giorni ho girato a piedi praticamente tutti gli angoli dell'isola, esplorando le spiagge, e provando nel frattempo i migliori ristoranti della zona.

Camminando dove solitamente i turisti non passano, ho avuto modo di studiarmi con calma le principali coltivazioni della zona: ananas, altissime palme piene di noci di cocco, e grandi distese di alberi della gomma, tutti regolarmente incisi e dotati di raccoglitori per il loro prezioso fluido. Thailandia pillole articolazioni più bella è senz'altro Turtle Beachnella parte nord dell'isola. Sembra di essere in un film, con palme e piante tropicali, sabbia bianca finissima, mare pulito, acqua più che calda.

Sarà che per raggiungerla è necessario camminare lungo un sentiero nella giungla, ma questa spiaggia è poco frequentata e quando ci sono stato io, ero l'unico essere umano a perdita d'occhio.

Turtle Beach. Non tutte le altre spiagge sono sullo stesso livello. Alcune, pur essendo potenzialmente fantastiche, hanno la sfortuna di trovarsi allo sbocco di correnti marine che trasportano rifiuti dalla terraferma e dalle altre isole circostanti. Visto che sono ben pochi i resort che puliscono con regolarità, non è raro trovare montagne di scatolame, plastiche e altre schifezzuole. Ci sono comunque lunghi tratti perfettamente puliti e le spiagge che meritano una visita sono numerose.

Per prima cosa, ho mangiato benissimo al ristorante del resort, gestito naturalmente da Francesca e Massimo. Si Thailandia pillole articolazioni La Dolce Vita e presenta sia piatti italiani, sia piatti thailandesi. Di italiano ho provato solo la già citata pastasciutta, mentre ho esplorato varie voci dell'ampio menù Thai. Su suggerimento di Francesca, ho anche provato i due estremi della ristorazione dell'isola.

Da un Thailandia pillole articolazioni, un localino tipo street-food nei pressi del molo, con quattro tavoli, uno dei quali uno usato come cucina. Dall'altro, il miglior ristorante di pesce Thailandia pillole articolazioni. In entrambi i casi, esperienze culinarie molto meritevoli. Domani, rientro a Bangkok per l'ultima volta. Poi, dopodomani, viaggio in aereo verso Sydney. Alla prossima! Strano frutto selvatico vicino a Turtle Beach: cosa sarà?

Incisione dell'albero della gomma. Curiosa statua installata lungo una strada poco frequentata da pedoni. Raccolta delle noci di cocco. Questa volta in luogo molto frequentato In viaggio: giorno In Thailandia: giorno 9. Oggi ho fatto due cose. Un fantastico corso di cucina thailandese e il viaggio in treno fino a Bangkok. In realtà sto scrivendo in treno, dalla mia cuccetta. Questo post sarà interamente dedicato al corso, in modalità prevalentemente fotografica.

Ci sono sette categorie di cibi, con tre possibili scelte per ogni categoria vedi sito. Ognuno sceglie cosa desidera preparare e Boom, la direttrice della scuola, organizza di conseguenza l'acquisto delle materie prime al mercato locale. Ottima occasione per presentarci e istruirci sugli ingredienti base della cucina Thai. Ecco qualche foto scattata al mercato:. Verdure varie. Diverse fogge Thailandia pillole articolazioni tofu. A sinistra la fondamentale pasta di peperoncino usata dappertutto.

Poi a casa di Tom, lo chef che ci seguirà per tutto il giorno. Tavolo con gli aspiranti cuochi all'opera. Mortaio e tutti gli ingredienti per la Thailandia pillole articolazioni, da zero, della pasta di curry Pa-nang.

Piatto principale. Da sinistra: gamberi stir-fried in salsa al tamarindo; curry Pa-nang; riso d'accompagnamento. Dolce buonissimo: sticky rice con mango. Volevo soprattutto imparare a fare questo piatto, ma richiede una preparazione lunghissima: quasi 6 ore solo per il riso Per la cronaca, ho cucinato, con ottimi risultati difficile sbagliare comunque, grazie all'elevata qualità delle materie prime e all'attenta supervisione di Tom, Boom, e degli altri assistenti :.

Alla fine abbiamo ricevuto uno snello manualetto riassuntivo con tutto quello che abbiamo imparato, nonché diploma ufficiale di Healthy Thai Cooking. In Thailandia: giorno 8. A piedi: giorno Come previsto, la notte è stata sul terribile andante, con spazi ridottissimi per ogni movimento e lividi sempre Thailandia pillole articolazioni lividi. In compenso ieri sera ho avuto modo di parlare a lungo con i Thailandia pillole articolazioni d'avventura, scoprendo che tutti loro Thailandia pillole articolazioni fatto scelte di vita fuori dall'ordinario.

Hanno terminato la scuola per fisioterapisti un paio d'anni fa e poi hanno insieme deciso di esercitare la loro professione in un'isoletta tropicale: Réunion Island, sperduta nell'Oceano Indiano a est del Madagascar. Réunion Island è a tutti gli effetti territorio francese, quindi nessun Thailandia pillole articolazioni di visti o di riconoscimento del diploma.

Bella scelta. Fabien e Amelie vivono ancora adesso sull'isola, mentre Vincent e Cindy avevano deciso di spostarsi a Tahiti, nel mezzo dell'Oceano Pacifico, sempre territorio legato alla Francia.

Gireranno principalmente il sud-est asiatico e il sud-america, per un totale di tre mesi o erano sei… mah. Fabien e Amelie li hanno raggiunti per la sezione thailandese.

Sono tutti Thailandia pillole articolazioni quattro abituati a viaggiare Thailandia pillole articolazioni non si sono mai lamentati durante il trekking, nemmeno nei momenti più critici, quando ci siamo dovuti scontrare con ragni e serpenti, animali per i quali alcuni di loro Thailandia pillole articolazioni delle mini-fobie.

Mi sono trovato bene Thailandia pillole articolazioni loro e, nonostante la barriera linguistica, non mi sono mai sentito escluso, anzi, si sono sforzati moltissimo di mettere alla prova il loro inglese ancora un po' limitato. In mezzo l'aiuto-guida Nook. Simpaticissimo abitante del villaggio di ieri.

Oggi c'è stata la parte più avventurosa del cammino. Abbiamo risalito un torrente impetuoso, infilato nel bel mezzo della giungla, con relativo corredo di vegetazione follemente rigogliosa, insetti di ogni tipo comprese nubi di zanzaresuoni inusuali e fortissimi.

Un po' insidioso il fatto Thailandia pillole articolazioni non si riusciva a vedere il fondo e di conseguenza risultava difficile appoggiare i piedi con sicurezza, ma non mi sono mai sentito veramente in difficoltà o sul punto di cadere.

Anche il caldo ha fatto la sua parte, facendoci sudare e ansimare alla grande. Comunque una bella esperienza, culminata con l'arrivo alla bat-caverna, ovvero Bat Caveovvero Thailandia pillole articolazioni grotta dei pipistrelli.

Si tratta essenzialmente di una grotta scavata dal torrente, lunga circa metri, alta in alcuni punti una ventina di metri, completamente buia. Ai lati due pareti rocciose quasi verticali, in mezzo il torrente, da risalire restando sempre con piedi e gambe a mollo. I pipistrelli effettivamente ci sono, in alto, a testa in giù, in rapido movimento quando disturbati dalle nostre luci comprese due torce costruite ieri sera con il bambù. Purtroppo Thailandia pillole articolazioni grotta è anche luogo di ritrovo per serpenti e vediamo subito dalla faccia molto seria di Aek Thailandia pillole articolazioni c'è poco da scherzare.

Solitamente se ne stanno sulle pareti a pochi metri dall'acqua, ma sanno nuotare e potrebbe risultare difficile evitarli in caso di scontro in acqua. Alla fine ne avvistiamo solo due, tranquillamente appollaiati a un paio di metri dal torrente, sulle rocce.

Aek dice Thailandia pillole articolazioni questi esemplari verdi non sono mortali in caso di morsi su Thailandia pillole articolazioni o braccia. In caso di morso su collo o testa, invece…. Poco prima dell'uscita dalla bat-caverna, un'ampia grotta pianeggiante, con comoda panca per riposarsi, sia dalle fatiche fisiche, sia da quelle psicologiche. Poco da dire sul salitone finale per tornare alla civiltà, se non che il caldo era davvero tremendo e il Sole picchiava senza pietà.

Sforzo breve, comunque, poco più di un'ora. Volendo fare un bilancio, mi aspettavo di camminare di più, ma sono decisamente soddisfatto dell'esperienza: la giusta fatica, incontri con belle persone, nuove tecniche di sopravvivenza, e quel pizzico di avventura vera ma controllata che non guasta mai. Questa notte, fra 1 e 2 aprile, sono stato colpito dalle zanzare, nonostante l'abbondante uso di repellente.

Un ponfo sulla mano destra e uno sul gomito sinistro. Registro questo evento per ricordarmi la data esatta, nel caso in cui dovessi manifestare strani sintomi nel giro delle prossime settimane. Questa zona di confine purtroppo non è sicura come Chiang Mai e le zanzare possono portare sia malaria, sia febbre dengue.

Spero di non avere sorprese. In Thailandia: giorno 7.